rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Interviste

Maxitruffa nell'immobiliare in manette un 34enne

Immobiliare veronese chiedeva soldi in prestito a conoscenti per acquistare case e macchine lussuose

Chiedeva in prestito denaro per comprare immobili da rivendere. A finire in manette un immobiliare 34enne che avrebbe chiesto in prestito 40mila euro ad un dipendente comunale di Villafranca per l’acquisto di una casa promettendo che avrebbe restituito la somma con gli interessi.

L’uomo,residente a Verona, con i soldi percepiti avrebbe acquistato una lussuosa Bmw X6 con la quale girava per le vie della città. Gli agenti della Squadra mobile scaligera si sarebbero messi sulle sue tracce in seguito alla minaccia di suicidio di un uomo che affermava di essere stato rovinato economicamente dall'agente immobiliare. Il pedinamento ha portato i poliziotti a Villafranca, dove un dipendente comunale ha consegnato all'indagato una busta con 750 euro in contanti, ma ha mostrato anche il riepilogo "contabile" di tutti i soldi prestati in precedenza per un totale di 40.555 euro.

All’arrivo degli agenti il dipendente comunale ha raccontato tutti i documenti in suo posseso, presentando denuncia; permettendo così di ammanettare il malvivente che ora è agli arresti domiciliari. "Riteniamo che abbia messo a segno altri colpi - spiega il dirigente della mobile scaligera Gian Paolo Trevisi -, è verosimile che per restituire i soldi a chi lo minacciava, andava a caccia di altri finanziatori, sfruffando il fatto di essere conosciuto nel mercato immobiliare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxitruffa nell'immobiliare in manette un 34enne

VeronaSera è in caricamento