Maximanifesto in piazza Bra, partono gli esposti

Stamattina scelta la via giudiziaria durante un vertice con il comandante della Municipale Altamura

Maximanifesto in piazza Bra, partono gli esposti

Si è tenuto questa mattina un vertice tra polizia municipale e Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici per approfondire il caso del maxi manifesto pubblicitario installato giovedì scorso in piazza Bra, in occasione del passaggio della Mille Miglia.

Si è trattato di un’installazione pubblicitaria di venti metri di altezza per quindici di larghezza
, sul rimorchio di un autoarticolato, realizzata durante la notte precedente la gara, senza alcuna autorizzazione. Al termine dell’incontro, il comandante della Polizia municipale Luigi Altamura e il soprintendente Gianna Gaudini hanno concordato che verrà inviato all’autorità giudiziaria un rapporto dettagliato sulla vicenda.

Oltre alle violazioni amministrative relative al codice della strada, le ipotesi di reato di cui dovranno rispondere i responsabili, sia l’agenzia pubblicitaria svizzera che ha commissionato l’installazione sia la ditta vicentina che l’ha eseguito, riguardano gli articoli 162, 168, 169 e 170 del codice per i beni ambientali, per l’utilizzo non autorizzato di beni sottoposti a vincolo paesaggistico–ambientale, come piazza Bra.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento