rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Interviste

Le imprese o scappano o chiudono

I nodi arrivano al pettine. Glaxo ridimensionata, Cartiere di Ca' di David in stallo

La crisi morde. E ciò si ripercuote sulle spalle dei lavoratori. Le grandi imprese del tessuto economico veronese negli ultimi mesi si sono fatte i conti in tasca. Alcune hanno deciso di ridimensionare la loro presenza, come la Glaxo. Altre, come le Cartiera di Ca' di David, rimangono in una situazione di stallo. Cancelli chiusi e lavoratori a casa. In attesa di buone novelle. "Su Ca di David ci stiamo lavorando - ha assicurato il presidente della Provincia Giovanni Miozzi - ma ancora non ci sono novità. Speriamo arrivino in fretta". La Calzedonia, invece, a fine settembre ha inaugurato il suo secondo impianto produttivo in Serbia. Sintomo che la "voglia" di delocalizzazione ha contagiato anche il gruppo veronese.

Di fronte a un panorama così fosco, una piccola scintilla positiva può essere costituita dalla vertenza riguardante le Ex Officine Cardi. Si sta arrivando a una soluzipone positiva, assicurano dalla Provincia. La produzione rimarrà a Verona e non verrà tagliato alcun posto di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le imprese o scappano o chiudono

VeronaSera è in caricamento