Le Cartiere ripartono, presentato il nuovo proprietario

Le attivit a Cadidavid ripartiranno ai primi di aprile. Curzio Mugnai oggi ha visitato la struttura

Le Cartiere ripartono, presentato il nuovo proprietario

Il giorno del giudizio per la Cartiera di Cadidavid è arrivato. Ed è un giudizio positivo. Questa mattina il nuovo proprietario dell'impianto Curzio Mugnai, assieme al presidente della Provincia Giovanni Miozzi e l'assessore al Lavoro Fausto Sachetto, ha visitato la struttura. Presenti anche alcuni rappresentanti dei 132 lavoratori, che  si dicono sollevati di fronte alla fine della telenovela che ha interessato da due anni i loro posti di lavoro. Mugnai, commerciante toscano, si è impegnato a investire dieci milioni di euro. Ottenendo una concessione di dieci anni. Un milione di euro di investimenti all'anno.

Ora si riparte. Dai primi giorni di aprile, se tutto va per il verso giusto, dovrebbero iniziare le prime attività propedeutiche alla ripresa della produzione. Il piano di ristrutturazione dell'azienda prevede comunque degli inevitabili esuberi. Verranno reintegrati circa la metà degli operai, ora in cassa integrazione con gli altri colleghi. "La Provincia non lascia a piedi nessuno - tiene a sottolineare il presidente Giovanni Miozzi - abbiamo già organizzato dall'anno scorso dei corsi di riqualificazione ad hoc per chi rischia di rimanere senza lavoro. Strutturati in base alle diverse competenze di ognuno". Ma non è tutto oro quello che luccica. O meglio, se sarà oro si vedrà. "Rimango tiepido di fronte a queste notizie - sostiene Nello Salesi, delegato Cgil degli operai - riprendiamo la produzione avendo venduto la macchina 4, che ora è imballata in magazzino. Permetteva un volume di produzione triplo rispetto alla macchina 2, che ci è rimasta. Partiamo azzoppati del 70%. Rimango perplesso anche del fatto che il nuovo proprietario sia un commerciante e non un imprenditore".

Ciò che si sottolinea maggiormente è che in tempi di crisi, in un settore più colpito degli altri come la carta, si investa e si scommetta sulla ripresa. "Mugnai è una persona che conosce il ramo - commenta Massimo Castellani, segretario generale della Cisl di Verona - questa è una garanzia. Siamo comunque di fronte a un investimento coraggioso, che, abbracciando la ripresa, non si esclude possa portare a risultati ancora più positivi di quanto immaginiamo".

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento