rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Interviste

"La riforma una ragione di vita"

L'esponente della Lega, Montagnoli: "L'opposizione ha sprecato un'opportunit per collaborare"

Il federalismo è la nostra ragione di vita. Finalmente il sogno si avvera. Siamo qui a dare una risposta ai milioni di cittadini che ci hanno votato per cambiare questo Paese, questo Stato burocrate, inefficiente, spendaccione, in un moderno Stato federale.” Lo afferma l'onorevole Alessandro Montagnoli, vicepresidente vicario dei deputati della Lega Nord alla vigilia del voto, in Parlamento, sulla riforma.

“Abbiamo inserito nel programma elettorale l’obiettivo di cambiare lo Stato e di portare a compimento il federalismo e lo stiamo realizzando. Fino ad oggi- spiega Montagnoli- la mancanza di questa riforma ha limitato la competitività del nostro Paese, sottraendo risorse all’economia, al sociale e facendo esplodere la spesa pubblica. Il governo e la maggioranza hanno dato alle forze di opposizione la possibilità di contribuire a questo cambiamento epocale ma alla fine il Pd, l’Udc e Fli hanno dimostrato solo di voler difendere l’attuale situazione di sprechi e di cattiva gestione di risorse, specie in determinate zone del Paese, cioè nel Sud che, invece, ha la assoluta necessità di cambiare passo”.


Conclude Montagnoli: “Con l’approvazione del federalismo municipale si dà una risposta a quello che da tanto, troppo tempo i sindaci e gli amministratori locali chiedono. Finalmente le tasse rimarranno nel territorio dove vengono prodotte per costruire scuole, strade, per aiutare le nostre famiglie, i nostri giovani, i nostri anziani. Con l’introduzione del criterio della spesa standard, che si basa sul vero costo dei servizi e attraverso il quale si responsabilizzano gli amministratori locali, si porta equità nella ripartizione delle risorse tra le diverse aree del Paese, si combatte l’evasione fiscale e si diminuiranno le tasse”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La riforma una ragione di vita"

VeronaSera è in caricamento