Intervista a Mohamed Zouaoui, Globo d'Oro come miglior nuovo attore

Mohamed Zouaoui, sarà il protagonista del nuovo corto "XMAX" diretto da Cristian Calabrese

Mohamed Zouaoui

Si è tenuta il 3 gennaio a Verona la selezione finale, per la ricerca  comparse del corto XMAX, diretto dal veronese Cristian Calabrese comico e regista, direttore artistico della Master Film Academy.

Protagonista del corto sarà Mohamed Zouaoui attore italo-tunisino, vincitore di diversi premi e riconoscimenti in Italia e all’estero. Globo d'oro al miglior attore rivelazione.

Biografia 

Mohamed Zouaoui , è un attore di origini tunisine che vive in Italia, noto per aver interpretato Mokhtar in Golakani Kirkuk - I fiori di Kirkuk (2010). Nel 2004 fa la sua prima apparizione in televisione, ottiene il suo primo ruolo nella miniserie TV "Posso chiamarti amore? ". Ha anche recitato in Nassiryia - Per non dimenticare (Nassiriya - Per non dimenticare), Capri e RIS Delitti Imperfetti (Unità investigativa scientifica: Crimini imperfetti). Nel 2007 invece ha recitato nella miniserie "Liberi di giocare". Il suo debutto cinematografico è stato nel 2008 con "L'ultimo pulcinella", diretto da Maurizio Scapparo. Nel 2010 ha recitato in " I fiori di Kirkuk", diretto da Fariborz Kamkari, per questo ruolo ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Globo d'Oro come miglior nuovo attore.

Oggi abbiamo avuto il piacere di intervistarlo durante i casting tenutisi a Verona

Come è iniziata la colaborazione con Cristian Calabrese, comico e regista del corto ?

Ho conosciuto Cristian quest'estate, abbiamo girato un film assieme a Cuneo e siamo subito diventati amici perchè è una persona molto socievole, simpatica e divertente. Mentre parlavamo, ci è venuta in mente questa idea del corto, scritto da Cristian e ho deciso di farne parte. Mi trovo bene perchè sono nelle mani di persone serie, Cristian dimostra ogni giorno il suo impegno con la scuola di recitazione che ha creato a Verona e ne sono davvero felice.

Cosa ti aspetti dal corto "XMAX"?

Guarda, io sono già qui a Verona, perchè ci tenevo a seguire con Cristian pure la parte dei casting. Il sei iniziamo le riprese che dureranno quattro giorni. E' difficile dirti cosa mi aspetto dal corto, perchè il nostro è un lavoro fatto di persone, io spero piaccia, ma l'ultima parola sarà quella del pubblico.

 Qual'è stato il personaggio che hai più amato tra quelli interpretati ?

A questa domanda risponderei : "Passo", perchè in realtà li ho amati tutti. Due o tre sono stati sicuramente importanti per la mia storia, tra questi il protagonista di un film che ho fatto in giro per il mondo e che deve ancora uscire, "Katarsis". Ma io dico sempre, che il ruolo più bello è quello che verrà!

Raccontaci di Max, il protagonista che devi interpretare ?

Max è un personaggio molto interessante, ha una sensibilità, un'umanità impressionante, ma che purtroppo ha scordato di avere. Max è un comico e come spesso capita agli artisti, anche per un fattore di ego e distrazioni, si dimentica di essere un uomo, si sente quasi un dio  perso nell'oblio del finto mondo dello spettacolo. Un giorno però si sveglia e capisce di non essere nessuno e di aver sprecato troppo tempo. Ma ora basta- conclude sorridendo Mohamed- altimenti faccio lo spoiler di tutta la storia.

Quali consigli ti senti di dare ai giovani che vogliono intraprendere la tua carriera?

Non mi sento di dare consigli, perchè per quelli bisogna fare tanta gavetta. Più che altro voglio lasciare qualche suggerimento! E' un mestiere davvero difficile oggi, non parlo di bravura tecnica, ma di attesa! Oggi c'è molta più attesa che lavoro. Quindi bisogna essere forti mentalmente, per sopportare i rifiuti e le attese finchè non arriva la propria opportunità.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento