Giovani alla guida, in vigore da domani le nuove regole

Per i neopatentati il divieto su auto di potenza assoluta superiore a 70 chilowattora

Giovani alla guida, in vigore da domani le nuove regole

Entreranno in vigore domani le nuove regole per i neopatentati, che, per il primo anno di guida, non potranno mettersi al volante di auto con potenza relativa superiore a 55 chilowattora, riferita alla tara, e con potenza assoluta non superiore a 70. Particolare attenzione della Municipale sara quindi prestata alla verifica, e quindi al calcolo, della potenza relativa, visto che solo le carte di circolazione dei veicoli più recenti contengono il dato relativo alla potenza e alla tara in modo chiaro, mentre la maggior parte delle disposizioni di circolazione delle auto meno recenti sono riferite alla massa a pieno carico (mcpc).

Per capire se affidare o meno l’auto ai giovani guidatori, perciò, si dovrà anzitutto ricercare la tara del veicolo, aggiungendo poi 75 chilogrammi come peso convenzionale del conducente. A questo punto il calcolo andrà fatto mettendo in rapporto i due termini, potenza e peso: il risultato finale non dovrà superare i 55,001, essendo necessario tenere in considerazione fino al terzo decimale.


Le conseguenze previste dal codice della strada per i neopatentati, sorpresi alla guida di veicoli potenti nel primo anno, sono una sanzione amministrativa di 152 euro e la sospensione della patente da due a otto mesi. Le limitazioni non si applicano ai veicoli al servizio di persone invalide. Restano invece invariate le altre limitazioni per i primi tre anni di patente: tasso alcolico zero (anziché 0,5 grammi al litro) e velocità ridotta a 100 chilometri orari, sulle autostrade e 90 sulle extraurbane principali come le tangenziali.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento