rotate-mobile
Interviste

E si lavora per migliorare la sicurezza

Inaugurata la palazzina, realizzata nel parcheggio del Tribunale, per il controllo degli ingressi

È stata inaugurata questa mattina la nuova palazzina, realizzata nel parcheggio del Tribunale, per il controllo degli ingressi del pubblico e del personale. Si tratta di una struttura, di 75 metri quadrati costruita sul piazzale antistante al Tribunale stesso, che ospiterà la guardiola, due tornelli (uno in entrata ed uno in uscita) e un metal detector. All’inaugurazione erano presenti il sindaco di Verona Flavio Tosi, l’assessore all’Edilizia pubblica Vittorio Di Dio, il presidente del Tribunale Gianfranco Gilardi, il procuratore capo di Verona Giulio Schinaia oltre ai progettisti ed ai rappresentati delle forze dell’ordine della città.

L’opera, costata 300mila euro, è il primo passo di un progetto molto più ambizioso, dal costo di 2milioni di euro, che andrà ad adeguare i sistemi di sicurezza del Tribunale a quegli standard imposti tempo fa dal ministro degli Interni Roberto Maroni. È stato Di Dio a spiegare l’opera: “Si tratta di una struttura suddivisa in tre parti che ospiterà uno spazio dedicato alla sorveglianza e due aree per l’ingresso e l’uscita degli utenti. Spazi questi che saranno provvisti di tornelli intelligenti e di metal detector”.


I lavori eseguiti fino ad ora hanno anche riguardato il piazzale di corte Giorgio Zanconati: “Sono stati rivisti anche il perimetro e la percorrenza all’interno del piazzale. Infine, la parte davanti al nuovo ingresso è stata ripavimentata con pietra veronese”. Soddisfatto dell’opera il sindaco Tosi: “Già ad inizio mandato questa amministrazione aveva garantito una sorveglianza del Tribunale 24 ore su 24. Era un paradosso il fatto che una struttura come questa non avesse una sicurezza adeguata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E si lavora per migliorare la sicurezza

VeronaSera è in caricamento