E. coli, negativi gli esami sulla carne sequestrata ad Arcole

Il sottosegretario alla Salute Martini: "In sole 48 ore stato possibile effettuare le analisi"

E. coli, negativi gli esami sulla carne sequestrata ad Arcole
Nessun batterio di Escherichia Coli e, dunque, nessun rischio. L'Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie ha comunicato oggi i primi risultati delle analisi effettuate sui campioni di carni commercializzate in Italia della stessa marca sospettata di essere responsabile del focolaio di intossicazione alimentare da Escherichia coli verocitotossico che ha colpito i bambini francesi.

Gli otto campioni di hamburger e polpette a marchio 'Country steak', prelevati dal comando carabinieri Nas di Padova nella piattaforma di distribuzione Lidl di Arcole e analizzati, sono risultati tutti negativi. In nessuno dei campioni sono quindi stati riscontrati E.coli pericolosi per la salute. "In sole quarantotto ore è stato possibile effettuare le analisi del caso a garanzia del consumatore - spiega il sottosegretario alla Salute Francesca Martini - Ciò dimostra l'efficienza del sistema di controlli nel nostro Paese che agisce in via precauzionale ritirando dal commercio gli alimenti sospetti finché non sono disponibili garanzie della loro sicurezza".

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento