E adesso stop alle infiltrazioni

Inizieranno in primavera i lavori di sigillazione degli spazi tra i gradoni dell'Arena

E adesso stop alle infiltrazioni

L’opera di riqualificazione dell’Arena non si esaurisce con la pulitura delle mura terminata oggi, ma prosegue con la sigillazione degli spazi tra i gradoni. Un impegno importante, da parte di palazzo Barbieri, per due motivi. Il primo è il grande costo dell’opera, ben 2milioni e 125mila euro, dei quali 700mila sono già stati finanziati dall'amministrazione comunale. Per i soldi che mancano l'assessore Comunale ai Lavori pubblici Vittorio Di Dio si è già mosso inviando una lettera al ministro dei Beni culturali Sandro Bondi.
Il secondo è la valenza culturale dell’intervento, che permette di mettere in sicurezza i gradoni stessi limitando le infiltrazioni d’acqua che, a lungo andare, potrebbero minare la struttura dell’anfiteatro.


Questi lavori, che anticipano quelli di riqaulificazione dell'impianto di illuminazione, di mesa in sicurezza di alcuni ambienti dell'anfiteatro e la pulizia degli interrati e dei cunicoli (in modo da poterli aprire ai turisti, ndr), partiranno nella prossima primavera, con un po' di ritardo rispetto alle previssioni. Prima di interventire, infatti, è stata studiata, in collaborazione con l'Università di Verona, una nuova malta che fermerà le infiltrazioni e che non andrà ad intaccare le strutture

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento