Consiglieri record: in aula 92 percento di presenze

I dati di palazzo Barbieri: 107 delibere approvate. I tagli alle indennit raggiungono i 40mila euro

Consiglieri record: in aula 92 percento di presenze
Si è da poco concluso un altro anno di lavoro ed ecco, come da tradizione, il bilancio sull’attività consiliare 2010. Un resoconto positivo che, dati alla mano, ci presenta un Consiglio comunale attento al dibattito che si è contraddistinto anche quest’anno per il costante impegno e il grande lavoro di approfondimento svolto da tutti i consiglieri, e da un’elevata partecipazione ai lavori dell’aula con una presenza media del 92 per cento. Fondamentale anche il rapporto di collaborazione e dialogo fra le parti e la capacità dimostrata dalla minoranza di svolgere il proprio ruolo mantenendo un atteggiamento di opposizione fermo ma costruttivo, capace di apportare modifiche migliorative alle delibere.

Ecco, in sintesi, i numeri che hanno caratterizzato l’attività del Consiglio comunale nell’anno appena trascorso: 127 le proposte di delibera presentate di cui 107 approvate in aula (7 di iniziativa consiliare di cui 4 dell’opposizione); 283 gli emendamenti presentati di cui 121 approvati o accolti (43 dell’opposizione e 14 bipartisan); 43 le sedute di consiglio per un totale di 116 ore e 46 minuti; 822 richieste di accesso agli atti; 53 interrogazioni; 31mozioni presentate di cui 12 approvate (5 dell’opposizione); 58 ordini del giorno presentati di cui 37 approvati o accolti (7 proposti dalla Presidenza del Consiglio e 16 dell’opposizione). Per quel che riguarda le commissioni: 44 sono state le riunioni della conferenza dei capigruppo, 158 le sedute delle 8 commissioni permanenti (personale, bilancio, lavori pubblici, urbanistica, sociale, cultura, aziende, controllo) e 32 le sedute delle 5 commissioni temporanee (sicurezza, famiglia, giovani, casa, ambiente). Sono 7 i documenti bipartisan presentati dalla Presidenza e votati all’unanimità dall’aula, per la salvaguardia dell’occupazione dei lavoratori di Bpw Italia, della Cartiera di Cadidavid e degli addetti alle biglietterie e librerie dei musei civici veronesi; per il progetto di candidatura di Verona a Uefa Euro 2016; per il contributo delle realtà locali al compimento della prima democrazia sovranazionale; per il riconoscimento del genocidio della popolazione armena da parte del Parlamento italiano e per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Significativi anche i dati relativi ai costi di gestione che, grazie al forte lavoro di implementazione informatica nell’organizzazione della Segreteria del Consiglio e ai tagli delle indennità dei consiglieri, sono diminuiti passando dai 728.044,16 euro del 2009 ai 688.415,29 euro del 2010, registrando una flessione complessiva di circa 40 mila euro.

Infine, tra gli eventi promossi e patrocinati dalla Presidenza del Consiglio comunale, ricordo la visita al nostro Consiglio del Presidente del Senato Renato Schifani, il progetto di creazione di una commissione consultiva permanente dei Consigli comunali di Verona e Monaco di Baviera, le iniziative per coltivare fra i giovani la cultura della legalità con le “Giornate della Gerbera Gialla”, del coordinamento nazionale antimafia “Riferimenti” – “Gerbera Gialla”.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento