Citt messa sotto scacco dalla paura terremoto

L'assessore Padovani: "Panico diffuso da mitomani colpevoli di procurato allarme"

Citt messa sotto scacco dalla paura terremoto
Nel gergo di internet questo è “trollare”, ovvero diffondere informazioni infondate allo scopo di creare confusione nei forum. Stavolta a subire l'attacco dei troll informatici è stata tutta la città. L’allarmismo di oggi, scatenato sui social network come Facebook ha provocato il panico e una psicosi collettiva nei confronti di un’ipotetica scossa, molto più forte delle precedenti, che sarebbe dovuta verificarsi entro l’una. Scuole ed esercizi commerciali si sono immediatamente svuotati, riversandosi nelle piazze. 

Confermo che non è stato dato dalla Protezione civile nessun tipo di ordine di evacuazione nelle strutture scolastiche pubbliche e in nessun altro caseggiato – ha dichiarato l’assessore con delega alla Protezione civile Marco Padovani -. Probabilmente questo panico diffuso che si è diffuso nella mattinata è stato creato da mitomani che hanno creato panico in città e in provincia. La decisione di evacuare è dei dirigenti scolastici e dei capi ufficio. Ribadisco che è assolutamente impossibile prevedere i terremoti quindi è assolutamente impensabile che qualcuno potesse sapere in anticipo e con precisione il verificarsi di altri fenomeni sismici”. 

“Al massimo dalla Protezione civile sono stati dati consigli, atti a calmare la popolazione. Nessun ordine di evacuazione” conclude Padovani. Anche alla luce del fatto che tecnicamente un evento sismico non può essere né previsto, né escluso a priori, il sito ufficiale della Protezione Civile regionale ha pubblicato una nota, nella quale, tra l’altro, si specifica che “Voci che attualmente stanno circolando che prevedono con certezza un evento sismico, sono da ritenersi procurati allarmi”.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento