rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Interviste

Atv e tagli, l'Idv: "Zaninelli pensi a ridursi lo stipendio"

Attacco frontale della capogruppo provinciale Milan: "L'azienda paga 2 dirigenti con 330mila euro"

"In riferimento alle dichiarazioni del direttore generale di Atv, Stefano Zaninelli, in merito ai tagli, sono davvero incredula che lo stesso riesca a soffermarsi sulla 'la scarsa considerazione per le aziende, come ATV, che non fanno sprechi'. Purtroppo, temo per lui che in Regione si siano decisamente accorti che Atv è una regina degli sprechi, proprio grazie alla sua nomina a direttore generale. La pianta organica di Atv, infatti, prevede un solo direttore generale, la cui poltrona era andata all'ex Amt Luciano Marchiori con uno stipendio annuo di 150mila euro". Non ha peli sulla lingua la capogruppo provinciale dell'Italia dei Valori Sonia Milan, alla luce dei presunti tagli ("circa due milioni" precisa l'Idv) che l'azienda di trasporto pubblico veronese dovrà subire dalla Regione. "Zaninelli è stato assunto successivamente a Marchiori e, per permettergli di occupare una poltrona prestigiosa e di fare, quindi, il direttore generale, l'ex Amt è stato declassato ufficialmente a vicedirettore, mantenendo però lo stipendio pieno di 150mila euro, mentre il dg ha fatto il salto di qualità divenendo primo dirigente e percependo ben 180mila euro l'anno".


Continua Milan: "Di fatto due direttori e due super stipendi. Invece di gridare allo scandalo per i tagli regionali sarebbe il caso che Atv divenisse davvero una società virtuosa, tagliando le doppie poltrone e riducendo le indennità sia dei direttori (perché di fatto sono due) sia dei membri del consiglio di amministrazione, che percepiscono 20mila euro l'anno. Poi, forse, potranno andare a lamentarsi alla Regione, questa volta a testa alta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atv e tagli, l'Idv: "Zaninelli pensi a ridursi lo stipendio"

VeronaSera è in caricamento