rotate-mobile
Interviste

Anche il circo nelle eccellenze veronesi: premiato Togni

Convocato in Provincia l'artista premiato con il "Clown d'oro" al festival di Montecarlo

Il 35esimo festival iternazionale del circo di Montecarlo, tenutosi dal 20 al 30 gennaio 2011, è il più grande circo d'Europa a 3 piste e Flavio Togni, artista circense veronese, si è aggiudicato il primo premio “Clown d'Oro”. Cinque le esibizioni che hanno portato l'artista veronese alla vittoria ed effettuate con diversi animali: un numero con i cavalli, un numero con gli elefanti, un numero con i cammelli, un numero con i cavalli bianchi ed un numero con tre tigri di colori diversi. Togni è alla sua quinta partecipazione al Festival di Montecarlo, ed è arrivato a vincere tre “Clown d'Argento”.

Arriva quest'anno, invece, il coronamento della sua carriera, grazie alla consegna della statuetta del metallo più prezioso, che gli è stato consegnato dai principi Alberto e Stephanie di Monaco. la sua convocazione nei palazzi Scaligeri per presentarlo alla stampa, pè servita, al presidente della Provincia Giovanni Miozzi, per rilanciare l'eccellenza delle arti veronesi: “Oggi- spiega Miozzi- voglio parlare di Verona come di una grande città, conosciuta in tutto il mondo, non solo per le bellezze artistiche, ma soprattutto per le persone che, con esperienze di vita importanti, portano in alto il nome del capoluogo scaligero. Flavio Togni è sicuramente una personalità che, grazie agli innumerevoli successi in tutto il mondo, è diventata una star di fama mondiale dell'arte circense e ha contribuito a portare il nome di Verona ovunque. E' un privilegio quindi avere qui stamattina un così grande artista, che rende Verona orgogliosa e riconoscente".


Si fa dunque portavoce della "veronesità", Togni: “E' un onore per me oggi trovarmi qui a Verona, nella mia città, sede della più importante accademia dell'arte circense italiana- spiega l'artista premiato-. Spero che i numerosi successi e i premi vinti in questi 35 anni di carriera, possano contribuire a dare un'immagine positiva di Verona, in Italia e nel mondo, come città impegnata e attiva nel campo circense. Questo riconoscimento significa tanto per me, non solo per la sua importanza, ma anche perché rinsalda il forte legame che ho con il mio territorio e mi rende sempre più orgoglioso di essere veronese”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche il circo nelle eccellenze veronesi: premiato Togni

VeronaSera è in caricamento