Acque Veronesi apre il bando per coprire l'acquedotto

Basta cattivi odori a Tombetta e Borgo Roma. Anna Leso: "Intervento da un milione e mezzo di euro"

Acque Veronesi apre il bando per coprire l'acquedotto

È stato pubblicato in questi giorni, sul sito internet di Acque Veronesi, il bando per l’assegnazione dei lavori di copertura delle vasche del depuratore “Città di Verona” che, entro l’estate 2012, permetteranno la definitiva risoluzione del problema degli odori in zona Tombetta e Borgo Roma. Lo hanno annunciato a palazzo Barbieri l’assessore comunale all’Ambiente Federico Sboarina e il presidente di Acque Veronesi Anna Leso. Presenti il presidente della commissione Ambiente della Quinta Circoscrizione Raimondo Dilara, i rappresentanti del Comitato di Tombetta Giuseppe Baschirotto e Menotti Mainardi.

“La copertura dell’impianto – spiega l’assessore Sboarina – è l’ultimo tassello di una lunga serie d’interventi che dal 2007 hanno permesso di arrivare alla progressiva riduzione degli odori che da quasi 30 anni vengono sopportati dai residenti di Borgo Roma e Tombetta. Grazie alla fattiva collaborazione di tutti i soggetti interessati – Amministrazione comunale, Acque Veronesi, Amia, Agsm e Comitato dei cittadini – conclude l’assessore – in pochi anni sono stati realizzati tutti i controlli e gli interventi possibili per diminuire gli odori nella zona che, con quest’ultimo progetto, arriveranno presto alla loro scomparsa definitiva”.


“Pur considerato – dichiara il presidente Leso – che, come attestato da analisi e studiosi, il problema è stato ridotto in forma significativa grazie agli accorgimenti e le innovazioni adottate negli ultimi tempi, si è deciso di completare il lavoro realizzando un ulteriore investimento importante. Tutto questo per perseguire il fine di dare risposte concrete alle esigenze dei cittadini della zona. Acque Veronesi ha quindi predisposto il progetto della copertura delle vasche. Una realizzazione dal costo di oltre 1.500.000 euro, che è stata inserita nel Piano operativo triennale dell’azienda e di cui è in corso la fase di gara di appalto. La previsione è quella di avere le coperture realizzate assieme al trattamento dell’aria mediante scrubber prima dell’estate 2012. Un obiettivo che è sicuramente realistico e che Acque Veronesi si impegna a raggiungere. Si tratta di un’opera che porrà fine ad un annoso problema e che è stata portata avanti grazie alla sinergia che ha avuto come protagonisti Acque Veronesi, il Comune e il Comitato”.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento