Acque Veronesi, al via gli interventi sulle fognature

I lavori di manutenzione alle vasche Imhoff hanno un costo previsto di 390mila euro

Acque Veronesi, al via gli interventi sulle fognature
Acque Veronesi, grazie ad un importante intervento che prenderà il via nella prima settimana di marzo, risolve un problema di scarichi fognari con il quale si trovano da anni a dover fare i conti 600 famiglie veronesi. Quelle che risiedono nelle vie Porto San Pancrazio e XXVIII Marzo. Lungo queste strade, infatti, si trova una serie di condomini che attualmente devono scaricare in vasche Imhoff, ovvero i vecchi depuratori.

Una situazione che aveva sin dall’origine il carattere della transitorietà e che ora è diventata particolarmente difficile visto che manca lo spazio fisico per realizzare le vasche a servizio di nuovi insediamenti abitativi. Considerata tale situazione è stato deciso di realizzare un nuovo tratto di rete fognaria che permetterà di arrivare ad una soluzione definitiva dei problemi. Si tratta di un collettore lungo 800 metri che, essendo collegato a due pompe di sollevamento, farà defluire gli scarichi gli scarichi nella rete fognaria generale. La condotta, partendo da via Savonarola, attraverserà l’Adige all’altezza di ponte Rumor e poi arriverà in via Ponte San Pancrazio in prossimità dell’incrocio con via Lazzaretto.

La realizzazione dell’opera si svolgerà in tre fasi. La prima si svolgerà in via Porto San Pancrazio, dove la circolazione avverrà a senso unico alternato, la seconda in via XXVIII Marzo, con chiusura totale della strada al traffico, mentre la terza, che non prevede restrizioni alla circolazione, si concentrerà sulla posa degli impianti di sollevamento in via Porto San Pancrazio e nell’area del parcheggio Poggi. I lavori dureranno per sei mesi ed hanno un costo a base d’asta di 390mila euro. Ad essi seguirà anche la realizzazione della nuova rete fognaria in via Lazzaretto. Alla fine, quindi, l’intera area sarà sistemata.

“Non posso che dirmi soddisfatta di questo intervento - afferma Anna Leso, presidente di Acque Veronesi - visto che con quest’opera non solo si risolve un problema ma anche perché è stata data risposta alle sollecitazioni che sono arrivate dalla circoscrizione, alle cui richieste è subito seguita la programmazione dei lavori”. “Era da anni che i cittadini attendevano questo intervento, per cui devo ringraziare il presidente Leso. D’altronde si tratta di un intervento molto importante che va a risolvere un problema ambientale e garantisce un miglioramento delle condizioni ambientali e della qualità di vita di un intero quartiere”, ha sottolineato il presidente della settima circoscrizione Daniele Perbellini.

“Questo intervento – ha infine affermato il consigliere di amministrazione di Acque Veronesi Marco Olivati – rientra in un ampio programma di opere volte a tutelare l’ambiente ed a offrire un servizio sempre migliore”.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento