Zevio, i malati si svagano guardando film

All'ospedale Chiarenzi presentata un'iniziativa che intende alleviare le degenze

Zevio, i malati si svagano guardando film

E' stato presentato a Zevioun progetto riservato ai soli degenti dei reparti di Recupero e Riabilitazione Funzionale, che consiste nel proiettare alcuni film o organizzare spettacoli teatrali per rendere più gradevole la permanenza in ospedale. Il progetto è stato voluto dall’Azienda Ulss 21 in collaborazione con l’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Zevio.

“Una nuova iniziativa - dichiara Daniela Carraro, direttore generale dell’ospedale - che intende integrare le cure riabilitative con momenti di svago e socializzazione che possono rappresentare un miglioramento del confort durante la degenza e, di riflesso, anche un incremento della qualità delle cure erogate”.
 
“L’amministrazione comunale di Zevio - dichiara Diego Ruzza, assessore alle Politiche sociali - è e sarà sempre disponibile a patrocinare iniziative volte al miglioramento psico-fisico dei degenti del polo riabilitativo Chiarenzi”.


Il primo di questi eventi si terrà nella sala Coghi dell'ospedale con la proiezione del film "gli amici del bar Margherita" di Pupi Avati.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento