Urbanistica, la Regione concede pi deleghe

Altri tre comuni approvano i Pat in Provincia. Miozzi: "Si snellir la burocrazia"

Urbanistica, la Regione concede pi deleghe
Via agli accordi di co-pianificazione urbanistica di tre comuni veronesi: Zevio, Cazzano di Tramigna e Tregnago. A siglare l'intesa, stamattina al Palazzo scaligero, il presidente della Provincia, Giovanni Miozzi e il vicepresidente della Regione del Veneto con delega all'Urbanistica, Marino. Con questi tre Comuni, sono arrivati a 80 i sindaci veronesi che hanno firmato l'accordo per avviare il procedimento di approvazione dei Piani d'assetto territoriale, da cui scaturiranno i successivi progetti degli interventi sul territorio.

“Le firme di oggi sono le ultime che la Regione mette sui documenti urbanistici veronesi- afferma Zorzato- La mia presenza qui a Verona, oggi, diventa quindi simbolo di un desiderio di decentrare le competenze dal centro alla periferia. Dalla prossime estate, infatti, gli accordi di co-pianificazione verranno fatti direttamente fra i Comuni e la Provincia di Verona, che mi ha chiesto di accelerare sulla strada delle competenze urbanistiche. Stamattina anticipiamo ciò che toccherà interamente alla Provincia. Per quanto ci riguarda, la Regione ha tutte le intenzioni di avviare un reale processo federalista che avvicini sempre di più le competenze amministrative agli amministrati”. 

“Dal vicepresidente della Regione Zorzato ho avuto ampie rassicurazioni sul prossimo passaggio delle competenze urbanistiche da Venezia alla Provincia di Verona- ha annunciato Miozzi-. Gli ho ricordato che vogliamo essere protagonisti del prossimo sviluppo del nostro territorio. Il trasferimento a noi delle deleghe urbanistiche è quindi un tassello fondamentale a cui vogliamo arrivare in fretta. In questo modo si snelliscono i procedimenti e si aiutano i Comuni ad essere in tempo reale vicini alle esigenze dei cittadini. Dopo tanti anni di discussioni e tanti intoppi politici, posso dire con certezza che siamo arrivati finalmente al licenziamento di un Piano territoriale di coordinamento condiviso dalle forze politiche e dai sindaci del territorio. Un traguardo fondamentale perché purtroppo Verona è l'unica Provincia del Veneto che ancora non si era dotata del suo Piano”.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento