rotate-mobile
Gossip

Tutti a piedi, ecco maratona e domenica ecologica

Il 20 febbraio scatter il blocco di circolazione dalle 9.00 alle 13.30 e dalle 15.00 alle 18.30

Domenica 20 febbraio la macchina non sarà di moda. Tutti i Comuni della provincia, infatti, hanno aderito alla giornata provinciale ecologica, durante la quale non si potrà circolare in automobile dalle 9.00 alle 13.30 e dalle 15.00 alle 18.30, a eccezione dei veicoli non inquinanti. Non sono interessate dal blocco le vetture bifuel, a metano e a gpl e tutte i veicoli catalitici che effettueranno il car pooling, cioè che trasporteranno minimo tre passeggeri. In più ci saranno delle deroghe per medici, sacerdoti e giornalisti. Un'iniziativa che arriva a seguito di ripetuti sforamenti del livello di pm10 in tutto il Veronese. Nel capoluogo, per esempio, dall'inizio dell'anno si sono registrati trentadue superamenti della soglia consentita di 50 µg/m3. Il limite secondo le normative europee è di trentacinque.

"Questa domenica ecologica non risolve la situazione - spiega l'assessore provinciale all'Ambiente Fabio Venturi - ma l'obiettivo è di sensibilizzare la popolazione sui temi ambientali. Uno stile di vita più rispettoso della nostra salute è possibile e auspicabile. Questa domenica sarà l'occasione per fare una passeggiata in più". A suggello dell'iniziativa la mattina del 20 febbraio arriva anche la Verona Marathon, con traguardo e partenza in piazza Bra. Accanto all'Arena. "Se qualcuno avesse esigenze particolari - continua Venturi - contatti il proprio Comune di residenza per tempo. Palazzo Barbieri terrà aperto l'ufficio per le relazioni con il pubblico sia sabato che domenica".

Se da anni il problema dell'inquinamento è stato delegato alle amministrazioni comunali, ora anche la Regione si sta muovendo. Ieri, infatti, si sono riuniti a Marghera tutti gli assessori competenti del Veneto per imbastire una politica unitaria di salvaguardia della qualità dell'aria. "Per la prima volta abbiamo potuto coordinare le nostre azioni - afferma Venturi - se ci saranno delle iniziative meritevoli delle altre province non ci faremo problemi a copiarle. L'assessore regionale all'Ambiente Maurizio Conte, dal canto suo, è stato perfetto. Ha dimostrato disponibilità e attenzione. Noi pensiamo che sia importante inaugurare una politica concertata di incentivi a favore delle auto a gpl e a metano e della bioedilizia. Soldi che, per esempio, potrebbero agevolare i cittadini quando devono sostituire caldaie obsolete e inquinanti". Dal tavolo regionale è partita anche la richiesta di uno studio epidemiologico sugli effetti delle pm10, e in più è stata messa in cantiere una "giornata ecologica" regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti a piedi, ecco maratona e domenica ecologica

VeronaSera è in caricamento