Smog, la Provincia promuove i piani dei controlli comunali

Riunione tra i 98 centri veronesi, le Ulss e l'Arpav. Via alle giornate ambientali provinciali

Smog, la Provincia promuove i piani dei controlli comunali

Stamattina, nella Loggia di Frà Giocondo, il vice presidente della Provincia e assessore all'Ambiente Fabio Venturi, ha illustrato l'esito del Tavolo Tecnico Zonale, riunitosi in seduta plenaria per decidere le misure antismog. Alla riunione hanno partecipato i rappresentanti dei 98 Comuni veronesi, le Ulss 20 e 21, il direttore e il funzionario Arpav, rispettivamente Giancarlo Cunego e Francesca Predicatori.

La riunione ha permesso di concordare due importanti novità: sull'aumento delle giornate ambientali e sui controlli da parte dei Comuni. In chiusura di riunione, è stato anche annunciato l'incontro del prossimo 26 gennaio in cui l'assessore Venturi illustrerà ai Comuni il ruolo di coordinamento che la Ue ha conferito alla Provincia sul “Patto dei sindaci”. Si tratta di azioni ambientali che andranno realizzate nei prossimi anni per l'abbattimento della CO2 e per l'incremento delle energie rinnovabili. “Giornate provinciali ambientali”.

E' stata confermata la “Giornata provinciale ambientale”, fissata per il 20 febbraio, in occasione della “Verona Marathon”. La chiusura del traffico sarà in tutti i Comuni della provincia dalle ore 9 alle ore 12e30 e dalle 15 alle 18e30, e non riguarderà solo il Comune capoluogo. La novità riguarda, invece, altre due “Giornate provinciali ambientali”, nei giorni 19 e 20 marzo 2011, intitolate “Benvenuta primavera”. In questo week end non ci sarà la chiusura obbligatoria del traffico nei 98 Comuni veronesi, ma una serie di iniziative, incontri e attività sportive per stimolare i cittadini ad aver un maggior rispetto per l'ambiente. Tutti coloro che parteciperanno avranno la possibilità di conoscere meglio l'importanza dei meccanismi di tutela ambientale, come il risparmio energetico, le energie rinnovabili e la raccolta differenziata. La seconda importante novità è rappresentata dal “Report Controlli effettuati”. I 98 Comuni dovranno inviare in Provincia le schede dei controlli effettuati sull'applicazione dell'ordinanza con le misure anti-smog decise lo scorso settembre (blocco no-kat, diminuzione di un grado negli edifici pubblici, divieti di accendere fuochi all'esterno). Il Report sui controlli dovrà essere inviato entro maggio 2011, mese di chiusura dell'ordinanza.


“Sono estremamente soddisfatto dell'incontro di oggi- precisa Venturi- non solo per le novità decise ma anche per la partecipazione dei Comuni. Voglio ricordare che la presenza massiccia di oggi corrisponde ad una altrettanta collaborazione nella fase di emanazione delle ordinanze. Praticamente tutti i Comuni, ad eccezione di 8, hanno provveduto autonomamente ad estendere sul loro territorio i provvedimenti decise a settembre per la lotta allo smog. E anche gli 8 Comuni per i quali la Provincia ha dovuto fare le ordinanze sostitutive, non avevano provveduto per motivi di ordine pratico. Stiamo finalmente lavorando tutti nella stessa direzione, e lo dimostra anche la condivisione sulle Giornate ambientali che quest'anno passano da una a tre. Infine, mi fa piacere anche la condivisione sui controlli. Non basta, infatti, emanare un'ordinanza, serve anche la verifica sul campo che le misure siano state applicate dai cittadini”.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento