San Giovanni, via al Piano verde: 6mila piante posate

Primi alberi in via Garofoli per il processo di riqualificazione delle aree pubbliche del Comune

San Giovanni, via al Piano verde: 6mila piante posate

Venerdì, in via Garofoli, a San Giovanni Lupatoto, saranno posati i primi alberi inclusi nel piano di forestazione del territorio. “Il nuovo piano verde di San Giovanni Lupatoto prevede la sistemazione di 6000 essenze, tra piante ad alto fusto, siepi e arbusti che riqualificheranno molte aree pubbliche. Gli spazi verdi, rifatti o completati, saranno messi a disposizione della popolazione. Gli interventi hanno lo scopo di migliorare la qualità dell’aria e insieme di rendere maggiormente gradevole l’arredo urbano”, spiegano il sindaco Fabrizio Zerman e il presidente della consulta per l’Ambiente di San Giovanni Lupatoto, Roberto Facci.

“L’amministrazione comunale intende offrire alle famiglie lupatotine luoghi in cui svagarsi - ricreando anche qualche esempio dell’antico bosco planiziale della pianura padana - pur essendo San Giovanni Lupatoto uno dei paesi della cintura metropolitana ad Est di Verona conosciuto per le numerose imprese industriali e artigianali e per le tante strade e tangenziali da cui è attraversato”.


“L’obiettivo è anche quello di sensibilizzare i nostri figli alla salvaguardia dell’ambiente”. Gli alberi e le altre essenze saranno piantumati entro la prossima primavera. Il Comune, per pagare le opere, usufruirà di una parte del contributo di 750 mila euro che, in base al numero di abitanti, è stato diviso con i Comuni di San Martino Buon Albergo e Zevio. L’intervento coinvolgerà anche via Complanare, la strada parallela alla Transpolesana, all’interno del quartiere Vendramini. Una zona boschiva, poi, sarà ricavata sia nell’area ex Bussinello, a monte della diga dell’Enel, vicino al Parco all’Adige sia nell’area tra via Serenissima Repubblica e via Donatori di Sangue. Le piantumazioni, inoltre, interesseranno l’area Grossule e i pressi della nuova caserma dei carabinieri, l’area Gabbiola, via Bianchi, piazza Falcone, il Parco all’Adige, la strada dell’Ausetto, via Pacinotti e l’area limitrofa alla risorgiva del Crear, a Raldon.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento