Prevenzione alle frane, stanziati 3 milioni di euro

L'assessore alla Protezione Civile, Zigiotto: "Nessun taglio al settore nonostante la crisi"

Prevenzione alle frane, stanziati 3 milioni di euro

La prevenzione dei rischi idrogeologici, cioè dei dissesti e delle frane, è dal 2002 in capo alle Province e per questo, anche e soprattutto nel Veronese, molte risorse sono state erogate per le opere di ripristino nelle zone montane, che rappresentano il 20 percento dell'intero territorio veronese. Dal 2002 ad oggi sono stati spesi oltre 12 milioni di euro per la prevenzione e la messa in sicurezza dei punti critici, utilizzando nella maggior parte dei casi fondi propri.

Il piano di interventi per il 2011 prevede investimenti pari a 3 milioni di euro. Nel dettaglio si faranno: 400mila euro previsti per i lavori di stabilizzazione e consolidamento dei versanti rocciosi della provinciale 57 tra Peri, nel comune di Dolcè, e Fosse, a Sant'Anna d'Alfaedo. La stessa somma sarà stanziata per opere di protezione dalla caduta massi in varie località nel comune di Selva di Progno, e alle opere di consolidamento delle frane nei territori di San Giovanni Ilarione e per il recupero della viabilità locale a Fane, Negrar. Altri finanziamenti attivati dalla Provincia riguarderanno i lavori di sistemazione e ripristino di dissesti lungo la strada di collegamento nelle frazioni di Romagnano e Alcenago nel comune di Grezzana per cui sono previsti 77mila euro; i lavori di sistemazione di alcuni smottamenti del piano viabile sulla strada provinciale 37 “del Soave” in località Panoramica nel comune di Colognola ai Colli per 100mila euro; i lavori di sistemazione del piano viabile in alcuni tratti delle strade provinciali, 350mila euro. Altri interventi sono stati individuati per la stabilizzazione del materiale detritico sulla provinciale 8 “del Baldo” in località Dosso Struzzenà nel comune di Ferrara di Monte Baldo per 500mila euro, i lavori di stabilizzazione del materiale detritico con posa di reti paramassi a protezione dei versanti delle strade provinciali con una spesa di 300mila euro e, infine, i 150mila euro per il secondo stralcio dei lavori di sistemazione dello smottamento del piano viabile sulla provinciale 38, in località Campagnola, nel comune di Soave.

“Nel Veronese sono una decina i comuni a rischio idrogeologico- commenta l'assessore alla Protezione Civile, Giuliano Zigiotto- e per questi si stanno approntando progetti e finanziamenti per la messa in sicurezza del territorio. Il tema del rischio idrogeologico è all’attenzione della Giunta provinciale tanto che, nonostante le difficoltà di bilancio, il settore non ha subito alcun taglio delle risorse. Anzi, sono stati stanziati fondi in più da investire per la prevenzione delle emergenze e garantire la sicurezza dei cittadini e del territorio”.

 

 

Autodromo, prima l'intesa sulla viabilit della zona
Servizio in collaborazione con l'Ufficio Stampa della Provincia di Verona

Potrebbe interessarti:https://www.veronasera.it/speciale/interviste/autodromo-prima-l_intesa-sulla-viabilit-della-zona.html
Leggi le altre notizie su:https://www.veronasera.it/o seguici su Facebook:https://www.facebook.com/veronasera

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento