rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Gossip

Montorio, anche per otto detenuti arriva il diploma

Chiude con successo anche quest'anno il carcere con gli attestati del liceo linguistico

Come nelle scuole “tradizionali”, anche nella casa circondariale di Montorio è finito l'anno scolastico organizzato dall'associazione La Fraternità da oltre 40 anni impegnata nel volontariato carcerario. I quindici insegnati volontari sono riusciti a preparare ben dieci studenti durante l'anno appena trascorso; di questi, dopo l’esame dalla commissione del liceo Mondin, otto sono stati promossi a pieni voti. Molto presenti anche detenuti “uditori” che si limitavano a partecipare per pura passione.

Gli studenti detenuti, tutti di una particolare sezione, grazie all'impegno dei volontari, sono stati preparati da privatisti sul programma del liceo linguistico. Non nasconde l'entusiasmo e la soddisfazione il coordinatore degli insegnanti, Mario Merlin, che ha avuto il non facile compito di fare da cerniera tramite la direzione del carcere ed i volontari: “Ormai sono passati quattro anni da quando per la prima volta siamo riusciti a far partire il 'liceo nel carcere'"dice il coordinatore.

“Grazie all'impegno di insegnanti molto preparati, alcuni in attività altri in pensione, siamo riusciti ad assicurare la scolarizzazione di molti detenuti”. Alla domanda sul perchè proprio il Liceo Linguistico, Merlin spiega che è un tipo di scuola che si può fare senza frequentare quotidianamente, lavorando autonomamente in cella e i detenuti, in buona parte stranieri, sono facilitati per la pregressa conoscenza della lingua. Bilancio estremamente in attivo per il gruppetto di docenti: “Facendo del volontariato si riceve molto più di quanto si da. Ogni anno riusciamo a coinvolgere un numero sempre maggiore di insegnanti che prima non avevano mai avuto contatti con il carcere. Noi siamo già pronti per il prossimo anno” conclude Mario Merlin. A ringraziare i docenti è invece il presidente dell’associazione La Fraternità, Francesco Sollazzo: “Grazie a queste persone che stanno già pensando al prossimo anno scolastico, a come renderlo ancora più fruttuoso; a loro il grazie sincero mia e di tutti i volontari della Fraternità e delle famiglie dei ragazzi che hanno seguito” ha concluso Sollazzo. Il 26 luglio verranno consegnati, all’interno del carcere, i diplomi, alla presenza degli insegnanti, della Garante dei detenuti e delle autorità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montorio, anche per otto detenuti arriva il diploma

VeronaSera è in caricamento