Misciumeret per ricordare la Shoah al Castello di Illasi

Si tratta di un recital in tre parti con una testimonianza inedita per l'Italia

Misciumeret per ricordare la Shoah al Castello di Illasi

Sabato 29 gennaio, ore 21,30, si terrà al Posto-Castello di Illasi la nuova edizione del reading-concerto Misciumeret, Parole e musiche per ricordare la Shoah (ingresso 7€ - posti limitati - prenotazione obbligatoria al 338.2157928). Il recital, giunto al quarto anno di rappresentazioni e alla sua ottava messa in scena in molti teatri di Verona e provincia, abbina testimonianze sulla Shoah con canzoni che ne sottolineano i testi e si compone di tre parti.
 
Nella prima, verranno letti passi del Diario di Anna Frank, mentre nella seconda parte quest’anno verrà proposta una testimonianza sulla Shoah inedita per l’Italia. Si tratta di un brano estrappolato dal libro “Dolci limoni” di Rachel Springmann-Ribak, ebrea di Danzica, che raccoglie i ricordi dell’autrice in forma di racconto. Il libro, scritto in origine in ebraico, è stato tradotto in inglese dal marito di Rachel, Rafael. Grazie all’interessamento di Giuliano Guarnieri, fotografo ufficiale di Misciumeret, il testo è giunto a Ruben, ideatore e promotore del recital, che lo ha tradotto dall’inglese appositamente per questa nuova edizione.


La terza parte di chiusura è costituita da passi tratti da “La banalità del male” della filosofa tedesca Hannah Arendt. Nel reading-concerto verranno interpretate canzoni, scelte da Ruben in collaborazione con Flavio Poltronieri, di Fabrizio De André, Leonard Cohen, Bob Dylan, Francesco Guccini, Giorgio Gaber, Noah, U2, Massimo Bubola, Deborah Kooperman e altri. Il cast è costituito dai cantautori veronesi Ruben, Deborah Kooperman, Gilberto Lamacchi, Veronica Marchi, Laura Facci, John Mario. Letture a cura di Daniele Partelli.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento