rotate-mobile
Gossip

La Valpantena un gigante senza fiducia

Germano Zanini: Abbiamo un patrimonio invidiabile. Ma dobbiamo sfruttarlo."

Lui, il polso della situazione, lo tiene ben stretto. Germano Zanini e un gruppo di imprenditori della Valpantena hanno creato Innoval anche per questo. Obiettivo chiaro: sviluppo e rilancio del territorio.

Zanini, parliamo della Valpantena. Questo territorio in che situazione economica e di produzione si trova? "La Valpantena è un gigante che sembra aver perso la fiducia in se stesso. Dagli anni ‘50 alla metà degli anni ‘90 il territorio non ha conosciuto soste nel processo di crescita economica. L’operosità della gente, la capacità di adattamento e soprattutto la solidarietà tra le persone erano gli elementi di forza di questa costante ascesa. Il settore del marmo ha avuto un ruolo primario, ma non dimentichiamo il settore agroalimentare, elettrico, tessile, viticolo e dell’olivicoltura. Adesso stiamo attraversando un momento delicato proprio con il comparto lapideo, per la concorrenza di paesi asiatici come la Cina, l’India che creano instabilità del mercato, ma l’olio e il vino, ad esempio, sono due prodotti d’eccellenza che invertono la tendenza negativa."

Quali sono le risorse economiche di questa zona, dove si dovrà investire?
"Non dobbiamo dimenticarci di avere alcuni valori aggiunti che nessuno ci può togliere o copiare e che sono frutto di anni di esperienza, in qualsiasi settore. Sto parlando di conoscenza, tradizione e manualità. Sarà necessario rivedere o reinventare alcune tipologie produttive, trovare sinergie sul territorio, investire in formazione, in opere infrastrutturali, in progetti innovativi e cogliere nuove opportunità economico finanziarie."

Parlando di investimenti attuali, cosa è stato fatto? "Innoval, insieme al Comitato per il Traforo delle Torricelle, Apindustria e ad altre associazioni presenti sul territorio, si sta impegnando per raggiungere degli obiettivi di vitale importanza per la Valpantena e per la Lessinia: mi riferisco al Passante Nord e la chiusura dell’anello circonvallatorio attorno alla città, al prolungamento della strada provinciale 6 del Lessini fino alla Tangenziale Est di Verona, all’estensione della banda larga e quindi del collegamento ad internet veloce nell’alta Valpantena e in Lessina. "


Oltre alle imprese, la Valpantena ha un buon richiamo turistico, negli ultimi anni si è incrementato o si è perso qualcosa? "Negli ultimi due o tre anni, forse in coincidenza con l’avanzare di questo momento di congiuntura negativa, si sta capendo che le potenzialità per il settore turistico in Valpantena, ma soprattutto in Lessinia, sono enormi e poco sfruttate. Ville settecentesche, siti preistorici, musei da visitare, paesaggi da godere, stazioni sciistiche. Insomma, anche qui un patrimonio che potrebbe essere sfruttato meglio. Ed è quello che abbiamo intenzione di fare."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Valpantena un gigante senza fiducia

VeronaSera è in caricamento