L'agricoltura del futuro punta tutto sul risparmio

La ricerca sull'agricoltura blu stata promossa da Confindustria Verona

L'agricoltura del futuro punta tutto sul risparmio
“Agricoltura blu” vuol dire migliorare la produttività nelle aree depresse. Ma anche la qualità dell’acqua e recuperare suoli ed ecosistemi degradati. Questa, in sostanza, la ricerca portata avanti dall’Università di Teramo e dalla facoltà dell’acqua del monastero di Senzano, promossa da Confagricoltura Verona.

“Agricoltura blu si riferisce al colore dell’acqua, bene prezioso per eccellenza –spiega l’assessore all’Agricoltura Luigi Frigotto- Consiste nella seminare su un terreno non lavorato. Questo implica meno passaggi, meno consumi di energia e di gasolio per i mezzi agricoli, e anche una diminuzione delle emissioni di anidride carbonica. È un messaggio importante che anche a Bruxelles è all’ordine del giorno. Un tipo di agricoltura che è una novità in Italia, abbiamo visto e fatto nostra l’esperienza di altri paresi che praticano questo tipo di semina, come l’Argentina”.

Alla luce di queste premesse, sono state definite nuove regole da adottare per sconfiggere l’inquinamento della terra e puntare sull’agricoltura del futuro, quella del carbonio. Si tratta di seminare a sodo, avvicendare le culture e praticare la copertura del suolo durante tutto l’arco dell’anno, con residui culturali e colture di copertura.

"Questa procedura significa salvaguardia delle risorse naturali, riduzione del fabbisogno irriguo per le colture e, a lungo termine, incremento della sostanza organica del terreno, fertilità agronomica, riduzione dei fertilizzanti e degli agrofarmaci -precisa Paola Libanti della facoltà dell’acqua del monastero di Senzano- Bisogna sensibilizzare sempre di più sull’importanza della risorsa idrica nel nostro Paese, che al momento è piuttosto scarsa. Sarebbe interessante, partendo da questo progetto, portare avanti una cooperazione a livello internazionale al fine di coltivare prodotti a basso contenuto idrico. Il fatto che in Europa si cominci a parlarne è un risultato molto positivo”.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento