rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Gossip

In Lessinia il progetto pilota Energyland

L'intervento permetter a 167 famiglie di risparmiare fino a 660 euro l'anno

La settimana prossima Verona sarà la capitale mondiale delle energie rinnovabili grazie a Solarexpo e Greenbuilding. In occasione di questo doppio evento, ospitato in Fiera dal 5 al 7 maggio, Energy4Life ha presento il progetto Energyland, ovvero un sistema integrato di tecnologie ad alta sostenibilità che verrà sperimentato per la prima volta al mondo in Lessinia.

Alla presentazione del progetto pilota, oltre al coordinatore Germano Zanini, anche l’assessore comunale all’Ambiente Federico Sboarina, il presidente del Consiglio comunale Pier Alfonso Fratta Pasini ed il sottosegretario allo Sviluppo economico, con delega alle energie rinnovabili, Stefano Saglia.
L’intervento, che prevede l’installazione di pannelli fotovoltaici, turbine eoliche e centrali a biomassa nella zona di Santa Viola, in Lessinia, ha la peculiarità di voler coinvolgere ampiamente il territorio, partendo proprio dai cittadini. Si intende creare una filiera virtuosa che, poggiando sullo zoccolo duro degli abitanti, si avvale delle competenze delle imprese di settore e dell’appoggio delle amministrazioni locali. In altre parole l’obiettivo è quello di creare una realtà consortile che, permetterà a 167 famiglie di fruire di energia prodotta con fonti rinnovabili ed a basso impatto energetico.

Facendo quattro conti, attualmente una famiglia media di 4 persone spende ogni circa 660 euro per la bolletta elettrica quindi, ci sarà un esborso di circa 13 mila e 200 euro. Investendo sul consorzio energetico 12 mila euro ogni famiglia ha la possibilità di guadagnare in 20 anni circa 29 mila euro. Il guadagno netto, ammortizzate le spese, è quindi di 16 mila euro.

“Credo che il punto di forza di questo progetto – ha detto il presidente del Consiglio comunale Fratta Pasini – sia proprio la creazione della filiera cittadini, amministratori e imprese. Si tratta di una chiave di volta essenziale che, partendo dal basso, ha tutte le carte in regola per raggiungere gli obiettivi prefissati”.

Il sottosegretario Stefano Saglia ha spostato l’attenzione sulle questioni normative: “Come Governo puntiamo sull’efficienza energetica e per questo promuoviamo le reti interne di utenza. Proprio per questo motivo stiamo per varare due importanti istituti: il contratto di rete ed il contratto di innovazione. Il primo è sicuramente il più interessante perché, oltre ad aver anticipato i tempi del mercato, consente di rispondere alle esigenze delle imprese, in particolare quelle piccole e medie, d’innovazione organizzativa che la riforma del diritto societario del 2003 è stata in grado di soddisfare solo parzialmente. Il varo della norma e delle linee guida è imminente. Credo che alla prossima Conferenza Stato-Regioni di questo mese si possa arrivare a chiudere il tutto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Lessinia il progetto pilota Energyland

VeronaSera è in caricamento