Il tesoretto di Montorio vuole tornare a casa

Per l'assessore Perbellini sar unoccasione per parlare di opere uniche"

Il tesoretto di Montorio vuole tornare a casa

È stato presentato venerdì 2 ottobre nella sala civica di piazza Penne Nere a Montorio il volume “Il tesoretto di Montorio”, curato da Luigi Alloro e Lucia Fiorini.

L’evento, nei giorni precedenti, era stato presentato dall’assessore alla Cultura Erminia Perbellini e dal presidente dell’ottava Circoscrizione Dino Andreoli. Erano presenti alcuni studenti del liceo artistico statale Boccioni, realizzatori delle riproduzioni in plastilina dei bronzetti che costituiscono il Tesoretto, e l’insegnante Teresa Fusco.


“Sarà un’occasione unica – ha detto Perbellini - per sentir parlare di opere antichissime che vennero recuperate nel nostro territorio e che oggi, proprio per la loro importanza, si trovano nei musei più prestigiosi d’Europa”. Il tesoretto è un gruppo di bronzi rinvenuti a Montorio all’inizio dell’800 ed oggi custoditi nei musei Kunst Historisches Museum di Vienna, Bibliotèque Nationale de France di Parigi e Museo archeologico del Teatro Romano di Verona. Queste statuette sono dei lari, cioè la rappresentazione degli spiriti protettori degli antenati defunti.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento