I comuni alluvionati tornano a pagare la bolletta idrica

Chi ha subito danni non dovr ancora pagare nulla. Agli altri arriver il sollecito di pagamento

I comuni alluvionati tornano a pagare la bolletta idrica
Acque Veronesi, la società che gestisce il servizio idrico integrato, grazie anche al sostegno dell’autorità d’ambito veronese, continua a essere vicina a chi ha subito, direttamente o indirettamente, l’alluvione di un anno fa. Chi ha avuto dei danni a causa dell’esondazione dei fiumi, infatti, da allora non ha mai pagato una bolletta di acqua, fognatura e depurazione e per il momento, sino a che non verranno prese nuove decisioni in merito, continuerà a non farlo.

Qualche novità c’è invece per tutti gli altri utenti, quelli non alluvionati, dei comuni di Monteforte, Soave e San Bonifacio. I quali solo in questi giorni vedranno arrivare il sollecito di pagamento della bolletta che era stata emessa per i loro consumi giusto un anno fa, era arrivata nelle case proprio nei giorni dell’alluvione. Bolletta di cui poi era stato sospeso il pagamento e che, secondo i tempi originariamente previsti, avrebbe dovuto essere stata saldata entro il 30 giugno. Anche se poi nei fatti c’è stata un’ulteriore dilazione di circa sei mesi.

Per i non alluvionati, comunque, il ciclo di fatturazione riprenderà solo con l’inizio del 2012, anno nel quale verranno recuperati, in forma scaglionata, anche i consumi fatti negli ultimi mesi del 2010 e nel 2011
. Le iniziative a favore dei comuni alluvionati erano state programmate da Acque Veronesi nei giorni immediatamente successivi il primo novembre 2010 e sulla loro applicazione è stato fatto il punto nei giorni scorsi, in un incontro al quale erano presenti il presidente di Acque Veronesi Anna Leso, il direttore generale dell’azienda Francesco Berton, il sindaco di Soave Lino Gambaretto e quello di San Bonifacio Antonio Casu.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento