rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Gossip

Differenziata record a San Giovanni, +40%

Paternoster; presidente Amia: "Merito dell'organizzazione e dei cittadini"

A poco più di un mese dal suo inizio, il nuovo servizio di raccolta “Porta a porta” a San Giovanni Lupatoto ha già registrato il favore dei cittadini e ottimi risultati anche dal punto di vista operativo.

Nel comune limitrofo alla città si è passati, nell’arco di 30 giorni, da una raccolta differenziata del 47% al 87%, un risultato inaspettato per i non addetti ai lavori. “I meriti di questo successo vanno all’efficienza del servizio e del lavoro, ma soprattutto ai cittadini di San Giovanni che hanno collaborato con il giusto spirito”, il commento è di Paolo Paternoster, presidente di Amia, l’azienda municipalizzata che gestisce la raccolta dei rifiuti a San Giovanni.

Le cifre sviluppate da Amia in questo mese sono impressionanti: 428.485 i chili di rifiuti raccolti, 367.975 di differenziata, pari, infatti, all'85,9%. Il 38% di materiale raccolto è stato umido, il 25% carta e cartone, il 14% secco, il 12% plastica e lattine e l'11% vetro. "Il nostro impegno per questo progetto – ha continuato Paternoster, - fortemente voluto anche dall'amministrazione comunale, ha raggiunto gli obiettivi prefissati. Essenziale è stata la preparazione e la formazione di nuove figure incaricate di gestire la raccolta rifiuti a San Giovanni e la messa a disposizione da parte di Amia di 15 mezzi di media portata".


Soddisfatto dei risultati anche il vicesindaco di San Giovanni Lupatoto Giuseppe Stoppato: “Devo fare i complimenti a tutti i cittadini che hanno dimostrato buona coscienza civica. Il risultato significa che Amia ha svolto con professionalità questo servizio, collaborando a pieno regime con SGL Servizi. L'augurio è che questo sia solo l'inizio di un servizio che possa proseguire su questo standard".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Differenziata record a San Giovanni, +40%

VeronaSera è in caricamento