Dall'Ue un milione e mezzo di euro per il Baldo e la Lessinia

I fondi servono a favorire investimenti nel settore agricolo e per sviluppare l'energia alternativa

Dall'Ue un milione e mezzo di euro per il Baldo e la Lessinia
Oggi, al palazzo Scaligero, l'assessore provinciale al Bilancio Stefano Marcolini, nonché presidente del Gal Baldo Lessinia, ha presentato le novità dell'Unione Europea riguardanti il sostegno all'agricoltura di Baldo e Lessinia. Oltre un milione e 500mila euro, da investire nei settori agricolo e di sviluppo di fonti energetiche alternative, saranno messi a disposizione del territorio montano scaligero. I fondi, che hanno lo scopo di promuovere l'imprenditorialità locale e di sostenere le pari opportunità nel mercato del lavoro, saranno distribuiti in quattro diversi bandi pubblicati dal G.A.L. Baldo – Lessinia.

“La crisi economica ha colpito molto duramente il settore agricolo del Baldo e della Lessinia - ha commentato l'assessore Marcolini - ed è per questo che nel mio doppio ruolo sono particolarmente soddisfatto di presentare questi bandi. Si tratta di una grande opportunità per tutti gli agricoltori  della montagna veronese, si offre l'occasione di avere fondi per avviare le energie rinnovabili che saranno garanzia di un prospero futuro sia dal punto di vista economico, sia da quello ambientale. I bandi sono quattro e volti alla creazione di nuovi strumenti imprenditoriali e di lavoro. Mi preme sottolineare che verrà incentivato il lavoro femminile, che nel settore agricolo è molto carente. La scadenza dei bandi sarà tra il 13 e il 28 dicembre”.

Soddisfazione è stata espressa anche dal direttore del G.A.L. Baldo Lessinia, Fabio Zuliani: “I bandi sono una grande risorsa per rilanciare un settore che è in crisi da diversi anni". 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento