rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Gossip

Da agosto in poi a Soave l'alluvione sar un ricordo

In estate i lavori per la messa in sicurezza del paese verranno ultimati. Miozzi: "Sono soddisfatto"

Soave in sicurezza entro agosto. Niente più esondazioni o emergenze del genere. Le mura che contengono il Tramigna nel centro storico verranno rialzate in due zone diverse, mentre sarà ultimata la paratoia provvisoria sotto al ponte della strada regionale 11 Tramigna. In questo modo si crea un filtro quando il Tramigna, trovandosi di fronte a un livello e a una portata dell'Alpone più alti, si ingrossa. Come è successo a novembre. Quando la neve si è sciolta e pioveva a dirotto. Chiampo, Alpone e Aldegà hanno aumentato il loro volume arrivando fino a San Bonifacio. Lì il Tramigna sarebbe dovuto confluire, ma, trovandosi di fronte un "tappo" d'acqua, è refluito fino a Soave. L'intento della paratia è di evitare che l'acqua torni indietro. Il costo dei tre cantieri ora aperti supera i tre milioni di euro, ma la copertura finanziaria c'è.

"Mi complimenti con il Genio civile - ha dichiarato stamattina il presidente della Provincia Giovanni Miozzi durante una visita "di controllo" dello stato di avanzamento dei lavori  - i cantieri procedono. Tempo fa ho alzato la voce perché la situazione non si sbloccava e abbiamo subito la seconda esondazione. Forse quei toni forti sono serviti". Mauro Roncada, dirigente responsabile del Genio civile veronese, ha assicurato che, a conclusione dei lavori, condizioni metereologiche come quelle che hanno causato l'alluvione non manderanno più sott'acqua Soave.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da agosto in poi a Soave l'alluvione sar un ricordo

VeronaSera è in caricamento