Bardolino, la vendemmia si anticipa degustando

Domenica 19 settembre oltre 100 vini di 30 produttori locali si presentano al lido Holiday

Bardolino, la vendemmia si anticipa degustando
Oltre 100 vini provenienti da circa 30 cantine dell'entroterra dietro Bardolino. Questo lo scenario proposto da "La domenica del Bardolino", in programma nel paese in riva al Garda domenica 19 settembre al Lido Holiday. Si tratta di una giornata di degustazione dei vini proposti dai produttori locali, che anticipa la prossima Festa dell'Ufa. L'evento è stato presentato questa mattina nella sala Rossa del Palazzo Scaligero dall'assessore provinciale al Turismo Ruggero Pozzani. Con lui erano presenti anche l'assessore alle Politiche per l'agricoltura Luigi Frigotto, il presidente del consorzio Tutela Vino Bardolino Giorgio Tommasi e il responsabile della comunicazione e promozione Angelo Peretti. In rappresentanza del Comune di Bardolino i consiglieri Fabio Pasqualini e Stefano Ottolini.

La giornata dà il via alla vendemmia e si propone come un'occasione speciale per pregustare il rosso Bardolino e la sua versione rosata, il Chiaretto, in una veste inedita che li proporrà in abbinate gastronomiche ideate per l'occasione. Sarà infatti possibile assaggiare il risotto al Bardolino e Monte Veronese, il Chiaretto accompagnato al cous cous e il gelato al Chiaretto. Il tutto nello scenario suggestivo del giardino del Lido Holiday, affacciato direttamente sul lungolago, a punta Cornicello, dove sarà allestita una sorta di grande lounge bar con accompagnamento musicale.

“Con La Domenica del Bardolino- ha detto Pozzani - abbiamo voluto creare un appuntamento inedito che promuovesse da un lato questo grande prodotto di rilevanza internazionale che è il vino Bardolino, dall'altro il territorio veronese e più nello specifico il lago di Garda che in questo periodo dell'anno offre scenari particolarmente suggestivi. Domenica 19 sarà un'occasione per conoscere più da vicino i vini dei produttori locali e alcuni dei prodotti tipici del territorio, come anticipazione di quello che sarà l'appuntamento principe della stagione, l'81ma edizione della Festa dell'Uva, che si svolgerà quest'anno dal 30 settembre al 4 ottobre. Nell'invitarvi numerosi auguro a tutti un buon divertimento e buona degustazione”.

L'assessore Frigotto, diversamente, si è soffermato sull'aspetto economico dell'avvenimento e del mercato enologico veronese: “L'importanza della celebrazione di questo prodotto di eccellenza del territorio veronese è testimoniata dal momento di grande fortuna che sta vivendo il vino italiano sui mercati nazionali ed internazionali. I dati sulla produzione vinicola italiana del 2010 sono infatti molto incoraggianti nonostante il periodo di crisi economica: la particolare situazione del mercato poi, registrando da un lato, una flessione dei mercati concorrenti di Cile ed Argentina, dall'altro un aumento della richiesta dei nostri prodotti vinicoli da parte di Stati Uniti e Germania, fa sì che questo sia un momento particolarmente favorevole per la nostra produzione. Da qui la necessità di puntare sui punti di forza del nostro territorio, valorizzandoli e promuovendoli: la manifestazione si trova perfettamente in linea con questi propositi, ci auguriamo abbia un grande successo di pubblico e possa diventare un appuntamento fisso nel calendario degli eventi della zona ”.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento