Alluvione, in arrivo trenta milioni per opere pubbliche

E' la prima tranche di aiuti contenuta nel Milleproroghe. Ne arriver un'altra di pari importo

Alluvione, in arrivo trenta milioni per opere pubbliche
La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha dato corso al versamento dei trenta milioni di euro destinati a opere pubbliche, prima di due tranche di pari importo previste dal decreto “Milleproroghe”, sulla contabilità speciale del Commissario per il superamento dell’emergenza alluvione in Veneto. “Ormai ci sono tutte le premesse per avviare la chiusura della partita ‘contributi’ per i danni subiti da famiglie e imprese – ha ribadito il commissario Luca Zaia, presidente del Veneto – alla quale daremo corso dopo l’apposizione del visto della Corte dei Conti all’ordinanza di martedì scorso che puntualizza l’intera materia, in base alla quale dovremmo riuscire a dare a tutti il massimo contributo concedibile in base alle leggi in materia.

Dal governatore arrivano alcune raccomandazioni per poter ottenere i rimborsi: "Raccomando agli interessati di conservare accuratamente fatture e altri documenti di spesa, gli unici che fanno fede sulla quantificazione del finanziamento finale, e di rapportarsi con i propri Comuni per avere le informazioni del caso. Con l’ulteriore finanziamento governativo destinato a opere pubbliche daremo invece ulteriore corso ai necessari interventi di mitigazione del rischio, che significano più sicurezza per il territorio e per quanti ci vivono e lavorano. Ed è questo l’obiettivo principale - conclude Zaia - fare in modo che disastri come quello dell’autunno scorso non si ripetano, garantendo a cittadini e imprese la permanenza delle loro attività dove le hanno localizzate. E’ questa, oggi, la vera scommessa per il futuro”.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento