rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Gossip

Allagati i vigneti del Soave Doc, danni agli impianti

Salva la vendemmia, ma sono compromesse le strutture produttive. A giorni una stima

Sono circa 500 gli ettari di vigneto appartenenti alla denominazione del Soave – 7000 ettari in totale - ad essere stati interessati dall'alluvione che si è abbattuta sull’est veronese, causando la tracimazione dei fiumi Alpone e Tramigna. Le zone più colpite si trovano nella parte sud della doc, dove l’acqua e il fango hanno raggiunto anche i 2 metri di altezza, arrivando in alcuni punti a coprire completamente i vigneti. Impossibile ad ora fare una stima precisa dei danni alla filiera vitivinicola, motore dell’economia locale.

Fatta salva la vendemmia, conclusa già da giorni, si tratterà di valutare adesso quanto siano state compromesse le strutture produttive. Al momento infatti si registrano ingenti danni agli impianti elettrici e ai sistemi informatici delle aziende, difficilmente recuperabili. A questo si aggiungono i danni ai magazzini, alla perdita di materiale lì stivato, ai macchinari e annessi rustici delle aziende viticole che ospitano trattori e macchine operatrici, oltre ai danni alle botti in quelle cantine che risultano ancora sotto acqua.

Nell’ambito dei 500 ettari ancora invasi da acqua e fango sarà inoltre necessario valutare i tempi e i costi del ripristino della viabilità rurale e delle reti per il deflusso delle acque, oltre ai costi per l’eventuale recupero delle altre strutture gravemente compromesse dall’evento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allagati i vigneti del Soave Doc, danni agli impianti

VeronaSera è in caricamento