Smart City Expo, a Verona la parola d’ordine è efficienza energetica

Il 9 ottobre aprirà i battenti la Smart City Expo la prima fiera internazionale sull'efficienza energetica

Dal 9 all’11 ottobre Verona sarà la capitale dell’efficienza energetica e della white-green economy. Aprirà i battenti infatti Smart Energy Expo la prima fiera internazionale sull’efficienza energetica. Un evento unico nel suo genere nel nostro Paese, ideato e sviluppato da Veronafiere con la consulenza specialistica di EfficiencyKnow. Sono stati inoltre coinvolti in questa iniziativa il ministero dello Sviluppo economico, il ministero dell’Ambiente e quello dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, l’Enea, Agenzia nazionale per l’efficienza energetica, l’Aeeg, Autorità per l’energia elettrica e il gas, il gruppo Gse, Gestore servizi energetici, il Cnr, Consiglio nazionale delle ricerche, il mondo accademico dell’Università degli Studi di Padova, di Verona assieme a Confindustria Verona ed alle associazioni ad essa aderenti. In questa importante occasione l’efficienza energetica sarà il fil rouge di tutta una serie di temi rilevanti: si spazierà, infatti, dai sistemi di monitoraggio e gestione intelligente di elettricità, calore e acqua, agli impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili; dall’isolamento per gli edifici alla cogenerazione ad alto rendimento; dalle biomasse alle auto elettriche.
 

L’obiettivo dell’evento è quello di creare una rete tra i protagonisti dell’efficienza energetica attraverso la quale ampliare le loro competenze tecniche e normative, condividere le best practice, moltiplicare e rinsaldare le relazioni che rilanciano il business. Proprio per questo motivo si rivolge in modo particolare agli operatori professionali e mira a rispondere alle esigenze di un mercato dinamico e in evoluzione e a contribuire allo sviluppo di quel percorso educativo necessario alla diffusione della cultura del risparmio e dell’efficienza energetica.
 

Parlando proprio del comparto energetico, Ettore Riello presidente di Veronafiere ha affermato che «Il settore può fare la differenza per il nostro sistema-Paese. La recente evoluzione della normativa, sia in ambito europeo, sia nazionale, prevede infatti un grande sforzo in questa direzione». In modo particolare perché questo settore da solo «fattura 5 miliardi e muove oltre 400 medie imprese».

Proprio per questo motivo «Veronafiere attraverso Smart Energy Expo si pone un obiettivo ambizioso: diventare il punto di riferimento nazionale ed europeo per ogni tecnologia, soluzione e prodotto improntati ad una moderna politica energetica razionale, dalla produzione alla distribuzione, fino all’utilizzo intelligente dell’energia».
 

Ma come è stata pensata la Fiera? Verranno presentate sei macrocategorie merceologiche: generazione di energia, efficienza per l’edilizia, efficienza per gli impianti, servizi, energy&home ICT, smart cities and communities. Categorie che si andranno poi a intrecciare con i diversi settori d’intervento: agricoltura, edilizia, industria, terziario, pubblica amministrazione e residenziale.
 

Parte integrante dello Smart Energy Expo sarà il Verona Efficiency Summit, forum internazionale che aprirà il Salone nella giornata inaugurale del 9 ottobre. Attraverso questo Summit, si legge nella nota, «Veronafiere vuole dedicare un importante spazio all’approfondimento tecnico-normativo del settore e al ruolo dell’efficienza energetica nell’ambito dei sistemi socio-economici. Parte fondante del summit sarà l’analisi delle roadmap europee e nazionali da parte di policy maker di assoluto livello per autorevolezza e competenza, nonché una tavola rotonda tra i principali big player italiani ed esteri dell’industria dell’energia e dell’efficienza energetica».
 

Ma questa fiera si caratterizza anche per essere la prima manifestazione in Italia con un allestimento eco- certificato, grazie ad un progetto pilota con il ministero dell’Ambiente sulla carbon footprint, ossia la contabilizzazione delle emissioni di CO2 prodotte. Saranno presenti infatti stand più leggeri composti da alluminio e tessuto ecologico riciclabile che permettono di risparmiare energia nel produrli e trasportarli: una precisa scelta di Veronafiere per proporre un modello fieristico sempre più virtuoso e sostenibile.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento