Ora di vivere, lo spettacolo teatrale che parla di sostenibilità

Lo spettacolo teatrale, ideato da Arpa Veneto, mira a sensibilizzare i giovani sui problemi legati ai consumi e agli sprechi energetici, conseguenza di grandi e piccole scelte sbagliate

I problemi della sostenibilità sono in scena a teatro. Dopo il successo del primo spettacolo teatrale itinerante che si è svolto venerdì scorso presso il liceo Galilei, sabato 7 dicembre si farà il bis. Stiamo parlando dello spettacolo teatrale “Ora di vivere”, ideato da Arpav nell’ambito del Programma INFEA 2013 e dedicato ai temi della sostenibilità. La replica questa volta si svolgerà presso il liceo scientifico Enrico Medi.

Lo spettacolo teatrale mira a sensibilizzare i giovani sui problemi legati ai consumi e agli sprechi energetici, conseguenza di grandi e piccole scelte sbagliate. Sbagliate ma non irreversibili. L’intento, evitando toni moralistici e colpevolizzanti, è quello di un invito alla presa di coscienza; invito fatto dai giovani attori ai giovani spettatori che in quest’ambiente dovranno progettare e costruire il proprio futuro.
 

Dopo la prima a Padova seguiranno altre rappresentazioni in istituti superiori delle province venete. Ad ogni spettacolo parteciperanno 150 ragazzi delle classi prime e seconde per un totale di 1500 ragazzi e 50 insegnanti coinvolti.

Arpav ha affidato la gestione del progetto al Nodo IN.F.E.A. di Padova - Laboratorio Informambiente del Comune di Padova, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto (USRV).
 

La regia dello spettacolo “Ora di vivere” è di Alberto Riello, già referente per il teatro dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, sul testo di Loredana D’Alesio e A. Riello, con la partecipazione di giovani attori padovani: Beatrice Mattiello, Erika Vianello, Massimo Farina, Stefano Corbo e Stefano Marcato, ex allievi del Liceo Cornaro di Padova.
 

Lo spettacolo sarà lo spunto per un confronto finale, con la somministrazione di un questionario e relativa discussione. I giovani e gli insegnanti partecipanti verranno invitati ad una riflessione ed approfondimento dei temi nelle classi/scuole di appartenenza, riflessione che si concluderà con la produzione di una frase/slogan da inviare ad ARPAV. Agli autori delle migliori frasi o proposte sarà consegnata una pubblicazione Arpav. Ben vengano queste attività! Anche questo è sensibilizzare!

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento