Ciclovia Tirrenica, da Verona al Colosseo…in sella ad una bici!

La Ciclovia Tirrenica è una delle tantissime ciclovie nazionali, che ci permettono di attraversare il nostro Paese in lungo e in largo in sella ad una bicicletta. E che da oggi possiamo trovare tutte racchiuse in una mappa

Si parte da Verona e si attraversa la pianura di sud-ovest fino a Mantova e di lì il percorso UNESCO per Sabbioneta, la perla rinascimentale fondata da Vespasiano Gonzaga. Su viabilità minore si raggiunge Casalmaggiore, tipico borgo appoggiato all’argine maestro del Po. Attraversato il Po, si entra nel parmense tra le terre e le ville dei Farnese. A Parma poi si sale in Appennino lungo la dolce valle del Baganza incontrando a Berceto la Ciclovia dei Pellegrini nota anche come via Francigena, ovvero EuroVelo Route n° 5. Si valica l’Appennino al Passo della Cisa, poi Pontremoli, si scende la Val di Magra la Lunigiana, la Versilia e le tenute di Migliarino San Rossore lambendo Pisa per poi raggiungere Livorno. Un po’ di traffico sulla Aurelia fino a Quercianella quindi la superstrada ci regala un po’ di respiro per procedere oltre per Rosignano, Vada, San Guido, San Vincenzo, Follonica, quindi alcune ciclabili per Grosseto.
 

Da Grosseto, stante le difficoltà ad attraversare il Parco dell’Uccellina, si percorre una strada interna per Montiano, Magliano, Capalbio, Vulci, Montalto di Castro, Tarquinia Civitavecchia per raggiungere infine Roma. Un percorso di 800 chilometri che attraversa uno dei territori più belli del nostro Paese. È questa nel dettaglio la Ciclovia Tirrenica, una delle tantissime ciclovie nazionali, che ci permettono di attraversare il nostro Paese in lungo e in largo in sella ad una bicicletta. E che da oggi possiamo trovare tutte racchiuse in una mappa: è nato, infatti, Bicitalia, il progetto messo a punto da FIAB - Federazione Italiana Amici della Bicicletta in risposta al bando del Ministero dell'Ambiente, che si è posto l’obiettivo di tracciare una grande mappa aggiornata della rete di ciclovie nazionali, che include, a oggi, 18.000 km di strade ciclabili, di cui 10.000 già mappati, 18 itinerari e 50 "ciclovie di qualità".
 

Lo scopo è quello di creare un'infrastruttura fondamentale per la mobilità ciclistica. Sono al momento dieci le Regioni italiane, più la provincia autonoma di Trento, che hanno collaborato con la FIAB sul tema della rete ciclabile nazionale, in un piano di lavoro che ha visto confluire i singoli programmi locali per lo sviluppo della mobilità sostenibile e del cicloturismo, in un più ampio network di carattere sovraregionale. Il Veneto è una di queste.
 

Tra i tanti servizi aggiuntivi previsti dalla FIAB anche albergabici.it, un motore di ricerca dove trovare tutti gli alloggi amici della bicicletta: si tratta di strutture che hanno ricevuto da FIAB la targa e l’attestazione come alloggi ideali per i cicloturisti perché garantiscono di poter ospitare anche solo per una notte, di avere un luogo sicuro per le bici quando non vengono usate, forniscono una abbondante colazione, hanno disponibilità di percorsi e altre informazioni dell’area, è possibile lavare il vestiario e mettono a disposizione gli strumenti di base per le piccole riparazioni.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento