Artisti che hanno fatto la storia di Verona: il cantante lirico Giovanni Zenatello

È stato l'uomo che ha portato la lirica nell'Arena di Verona e che ha scoperto Maria Callas

Giovanni Zenatello (foto Wikipedia)

Il 22 febbraio 1876 nasce nella famiglia di un panettiere veronese Giovanni Zenatello. Manifesta fin da bambino la passione per la musica e così i suoi genitori lo affidano ad un maestro di pianoforte affinché possa coltivarla. Ma la sua bravura con le note, Zenatello la dimostra con il canto e per questo entra nella scuola di canto di Carlo Zenari, dove si dimostra uno dei migliori baritoni in assoluto. Compreso che il bel canto poteva essere la sua strada, Giovanni Zenatello si trasferisce a Milano nel 1899 e anche nel conservatorio meneghino è tra i migliori allievi.

Terminati gli studi, comincia la sua carriera da baritono in diversi teatri italiani. Al teatro Bellini di Napoli, quando il tenore Amato si ammala, si propone per sostituirlo nella parte di Canio nei "Pagliacci" di Leoncavallo. Non trovando altre soluzioni possibili, la proposta viene accettata e lo spettacolo fu un successone. Educato da baritono, Zenatello si era scoperto tenore.

Data cruciale nella vita di Zenatello e nella storia della città di Verona è il 1913. Il cantante si trova in piazza Bra insieme ad un gruppo di amici. Ricorre il centenario della nascita di Verdi e l'anno precedente l'Aida rappresentata in Egitto era stata un successo mondiale. Zenatello ha davanti agli occhi l'Arena quando gli viene un'intuizione geniale: rappresentare l'Aida nell'Arena, trasformare l'anfiteatro veronese in un tempio della lirica. Dopo le necessarie verifiche arriva il 10 giugno 1913. Zenatello è Radames, Tullio Serafin dirige, mentre l'architetto Ettore Fagioli ha realizzato la sfarzosa scenografia. Ad assistere a quell'Aida c'è il meglio del meglio della cultura italiana dell'epoca, oltre ai più grandi giornalisti del settore. Se non fosse stato il successo che è stato, non saremmo qui, più di 100 anni dopo ad assistere ancora a spettacoli di lirica magnifici all'Arena di Verona.

Oltre ad aver lanciato la lirica in Arena, a Zenatello il mondo deve anche un'altra scoperta. È il 1947 è nella casa di New York del tenore italiano si presenta per un provino una giovane e promettente ragazza. Zenatello capisce subito che si tratta di un talento fenomenale e la fa subito debuttare nella parte principale de "La Gioconda" di Ponchielli. È Maria Callas. Grazie Zenatello, la Callas ha mosso il primo passo della sua straordinaria carriera.

L'11 febbraio 1949, Giovanni Zenatello è gravemente malato e nonostante sia andato negli Stati Uniti a curarsi si spegne quasi all'età di 73 anni.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento