rotate-mobile

Vogliamo che i disabili vivano in modo normale

Le barriere architettoniche non diminuiscono

Caro Direttore,
sono una cittadina di Albaredo e vorrei lamentare la situazione difficoltosa che quotidianamente i disabili si trovano ad affrontare a causa dei numerosi ostacoli situati lungo le nostre strade. Il problema attuale sta nella mancanza di agevolazioni, a livello stradale, per queste persone che, come noi, hanno il diritto di svolgere ogni tipo d’azione. Per noi è una cosa normale attraversare la strada, prelevare soldi al bancomat, fare una salita, per loro invece la situazione si complica in modo notevole. Infatti, il bancomat è troppo  alto per una persona costretta a rimanere su una sedia a rotelle. Pure attraversare la strada è diventato un serio problema in quanto sul lato opposto della carreggiata è presente un lampione proprio sulle strisce pedonali. Oltre ai gradini dunque, vi sono altre mille complicazioni. Non è forse vero che un paio d’anni fa l’amministrazione era intervenuta per sistemare la strada principale del paese? Non tenendo conto però che sono presenti anche persone disabili, evidentemente. Le strade finiscono  con marciapiedi, muretti, vi sono salite di pendenza esagerata! La vita, per queste persone, ha serbato un destino amaro. Non sarebbe forse un dovere, oltre che un diritto da parte dei portatori di handicap, fare in modo che la loro vita sia migliore? Almeno dal punto di vista dei servizi sociali.(C.D.)                                                                                  
Si parla di

Vogliamo che i disabili vivano in modo normale

VeronaSera è in caricamento