Santi, beati e venerabili veronesi, tutti in un libro: "Verona Agiografica"

Monsignor Dario Cervato ha cercato di inserirli tutti in un'opera agile, ricca di spunti e di notizie storiche anche inedite

Da San Zeno a Don Nicola Mazza, dal Beato Nascimbeni a San Bertoni, senza dimenticare ovviamente il domenicano famoso in tutto il mondo, San Pietro Martire. Vescovi ed eremiti che vissero nel veronese; martiri, pellegrini e missionari. Impossibile elencarli tutti, sono centinaia, ma monsignor Dario Cervato ha cercato di inserirli tutti in un libro agile, ricco di spunti e di notizie storiche anche inedite. L'opera s'intitola "Verona Agiografica".

Il volume vuole essere uno strumento estremamente utile ed importante per la collettività veronese, che grazie a questa pubblicazione potrà, grazie ad un lungo viaggio tra i secoli fatto di cultura, storia, arte e fede, conoscere e scoprire la vita, le virtù e le opere dei santi veronesi. Si potrà quindi conoscere la vita di San Zeno, San Euprepio, San Procolo, San Teodoro, San Mauro e Sant’Annone. Non solo santi, ma anche notizie e aneddoti storici riguardanti veronesi illustri in cammino verso il riconoscimento ufficiale da parte della Chiesa della loro santità e del loro sacrificio a Dio. È il caso del Beato Andrea, nato a Peschiera nel 1400 e facente parte dell'Ordine dei Domenicani.

In Verona Agiografica trovano spazio anche illustri veronesi fondatori di ordini religiosi, come il Beato Giuseppe Nascimbeni, Sant'Angela Merici, Leopoldina Naudet e tanti altri.

Il libro spazia in circa 200 pagine su tutto il territorio della provincia e per circa venti secoli. La raccolta di monsignor Cervato include inoltre anche quei santi ai quali la città è estremamente devota anche per motivi legati ad eventi catastrofici o calamità, carestie, peste. Uno su tutti San Rocco.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento