Uso dei cellulari, il decalogo per evitare i rischi

Lo ha elaborato Arpa Fvg, è stato riportato dall'Osservatorio Sicurezza Vega e contenente i consigli per un corretto utilizzo degli smartphone

Foto di repertorio

Sono onnipresenti nella nostra quotidianità e anche in quella dei nostri figli. Ma i cellulari emettono radiazioni elettromagnetiche che possono comportare seri rischi per la salute. Per questo è indispensabile e urgente un percorso di prevenzione e per tale ragione riportiamo un interessante decalogo, elaborato da Arpa Fvg, contenente i consigli per un corretto utilizzo degli smartphone.

Così Mauro Rossato, presidente dell'Osservatorio Sicurezza Vega, lancia un appello alle famiglie, ma anche alle scuole.
Un tema, quello dei rischi legati ai campi elettromagnetici, che il team dell'osservatorio mestrino conosce bene e che da anni tratta sul fronte della sicurezza sul lavoro. Per questo Rossato ha riportato un vademecum sul corretto utilizzo dei cellulari, utile per i bambini e per gli adulti, con una premessa: i bambini non dovrebbero utilizzare un cellulare poiché sono soggetti fisicamente più fragili e le radiazioni elettromagnetiche risultano per loro maggiormente aggressive.

Questo il decalogo:

1) Utilizzare giochi online solo dopo averli scaricati e aver messo l’apparecchio (smartphone o tablet) in ‘modalità aereo’ (ovvero privo di connessione);

2) Non lasciare il cellulare nelle tasche dei pantaloni o delle camicie;

3) Non addormentarsi con il cellulare vicino alla testa: la distanza deve essere superiore al metro e comunque in ‘modalità aereo’;

4) Non effettuare chiamate con poco segnale: il telefono per rispondere alle vostre esigenze e per fornire il servizio infatti aumenta la propria potenza e quindi anche la radiazione elettromagnetica;

5) Evitare il più possibile le chiamate in auto o in treno perché in movimento il cellulare aggancia più celle, ciò significa che la ricezione cala o cresce e aumenta inevitabilmente il movimento delle radiazioni;

6) Limitare le telefonate in auto perché si sottopone se stessi e tutti i passeggeri a subire maggiori campi elettromagnetici che all'aperto (effetto gabbia di Faraday);

7) Nell'effettuare una chiamata, è importante non avvicinare la testa al telefono sino alla risposta nel nostro interlocutore perché nel tentativo di connessione si sprigionano più radiazioni;

8) Utilizzare sempre auricolari con filo e modalità in vivavoce o prediligere gli sms per comunicare;

9) Le telefonate non devono superare i cinque minuti di conversazione e devono prevedere il passaggio del telefono da un orecchio all’altro;

10) Le distanze devono essere mantenute anche dal modem wifi specialmente quando è in download o in upload.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento