rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021

Tessera del tifoso: storia di un amore tribolato

Tenta di farsi la tessera. Un ginepraio da cui esce solo l'amore per l'Hellas

Riceviamo e pubblichiamo. "Sono un 71enne tifoso dell’Hellas da più di 50 anni, da quando giocavo nei ragazzi dell’AC Verona al vecchio Bentegodi e scrivo anche a nome di molti amici tifosi.

Abbiamo fatto immediatamente la "tessera del tifoso" perché considerata obbligatoria per l'abbonamento. Per farla ci siamo sorbiti due ore di coda, abbiamo dovuto accettare di stipulare un contratto per una carta di credito, non hanno rilasciato nessuna ricevuta e per ultimo ci hanno comunicato che per le prime partite dovevamo acquistare il biglietto.

La tessera del tifoso è stata fatta il 10 agosto. Ci hanno detto che il Prefetto avrebbe impiegato circa 15 giorni per approvarla, arrivando minimo al 26 agosto, mentre la prima partita era il 22 agosto. L'abbonamento come si poteva fare? In ogni caso, con un’altra ora di coda, abbiamo acquistato il biglietto per la prima partita in casa del 29 agosto contro il Como.

Dopo circa 20 giorni abbiamo telefonato al numero pubblicato sul sito dell'Hellas per informazioni sulla tessera del tifoso e hanno risposto che bastava averla richiesta da almeno 5 giorni per fare l’abbonamento, probabilmente per la carenza di richieste. Ma allora perché i 5 giorni non bastavano prima del 22 agosto (prima partita) evitandoci di pagare il biglietto?

E’ chiaro che volevano incassare un biglietto in più, oltre a far pagare l’abbonamento più dell’anno scorso con una partita in meno. Comunque per la “fede” già citata, abbiamo affrontato altre due ore di coda per fare l’abbonamento.

Ad un mese dalla richiesta (10 settembre) abbiamo nuovamente telefonato
e ci hanno detto che la tessera del Tifoso poteva essere ritirata prima della partita del 12 settembre col Sudtirol. Mi sono recato allo stadio alle ore 13 e c’era già una coda inaudita e verso le 14,15 (coda h.1,15) mi hanno detto che la tessera potrà essere pronta fra 20/25 giorni.

Mi sembra veramente un comportamento incredibilmente inaccettabile e insopportabile. Con gli amici avevamo deciso di non fare più l’abbonamento, ma purtroppo ha prevalso la nostra grande fede nel'Hellas.

Speriamo almeno che la squadra ci ripaghi delle nostre obbligate sopportazioni.

Lucillo Montagnoli


Si parla di

Tessera del tifoso: storia di un amore tribolato

VeronaSera è in caricamento