L'omaggio di Verona e Fondazone Arena per i 150 anni dalla scomparsa di Gioachino Rossini

Fondazione Arena e Ancàp rendono omaggio a "Il Barbiere di Siviglia" con la creazione di tazzine da caffè e tazze da cappuccino legate ai più celebri allestimenti areniani

Si rinnova per il sesto anno consecutivo la collaborazione tra Fondazione Arena di Verona e Ancàp, prestigiosa azienda veronese produttrice di porcellane di pregio realizzate esclusivamente in Italia. La collaborazione tra le due aziende nasce nel 2013, in occasione del Centenario del Festival lirico, attraverso la creazione di tazzine da caffè e tazze da cappuccino legate ai più celebri allestimenti areniani.

La prima proposta è stata dedicata proprio all’opera simbolo dell’Arena, Aida, a cui hanno fatto seguito le tirature intitolate a Carmen nel 2014, Roméo et Juliette nel 2015, Turandot nel 2016, per arrivare alla creazione del 2017, che ha visto un’elaborazione dell’iconografia rateriana della città di Verona in cui si è inserita la nuova messa in scena del Nabucco verdiano firmata dal regista Arnaud Bernard.

La collezione 2018 omaggia con sapiente ironia il raffinato allestimento de Il Barbiere di Siviglia creato dal regista argentino Hugo de Ana nel 2007 per gli ampi spazi areniani, in cartellone per il Festival 2018. Con questa creazione, che va ad arricchire una serie di pezzi unici, Fondazione Arena e Ancàp intendono ricordare uno dei più celebri titoli rossiniani nell’anniversario dei 150 anni dalla scomparsa del compositore di Pesaro. La nuova collezione è disponibile presso le più importanti caffetterie del centro, dove è già esposta e utilizzata per la stagione estiva.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento