rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021

Parcheggiare in citt un lusso per ricchi

Non esistono stalli bianchi, chi lavora costretto a spendere una fortuna

Parcheggiare in città è diventato un lusso che solo i ricchi possono permettersi. Tutti gli stalli del centro e delle zone limitrofe sono blù, quindi solo a pagamento. Se a questo aggiungiamo il fatto che i più grandi parcheggi a ridosso del centro storico sono a pagamento, parliamo ad esempio dei posti alla ex caserma Passalaqua, o dei due spazi in via Città di Nimes, a due passi dalla stazione ferroviaria di Porta Nuova, chi ogni giorno arriva in città per recarsi al lavoro o per studiare è costretto a pagare.

Esistono sì gli abbonamenti, ma questi sono onerosi, soprattutto per chi, pensiamo ai giovani, apprendisti o studenti, non può permettersi una “tassa”, perchè di gabella si tratta, che incide sensibilmente sul proprio bilancio mensile. Quindi andare al lavoro o all’università è diventato un lusso?

A poco servono gli appelli del Comune ad usare i mezzi pubblici, anche perchè il costo mensile di questi non è di tanto inferiore ai parcheggi. Quindi che fare??Come dobbiamo comportarci? A chi possiamo rivolgerci per far valere il nostro diritto di lavorare e studiare in città?

Parcheggiare in citt un lusso per ricchi

VeronaSera è in caricamento