Pillole di storia ecclesiastica veronese: i papi legati a Verona

Nella lunghissima storia della chiesa cattolica, non c'è mai stato un papa veronese. L'unico ad essere stato eletto è stato Pietro Cadalo, che prese il nome di Onorio II, ma non fu papa, bensì antipapa

Urbano III

Nella lunghissima storia della chiesa cattolica, non c'è mai stato un papa veronese. L'unico ad essere stato eletto è stato Pietro Cadalo, che prese il nome di Onorio II, ma non fu papa, bensì antipapa. Nato dalle parti di Cologna Veneta, Cadalo fu eletto papa nel 1061 dopo la morte di Niccolò II, in opposizione ad un altro pontefice Alessandro II. Dopo una lunga serie di lotte, fu Alessandro II ad essere riconosciuto come papa, mentre Onorio fu scomunicato e terminò la sua vita a Parma.

Ma ci sono anche due papi che, seppur non veronesi, sono legati alla città di Verona. Il primo è Lucio III, papa dal 1181 al 1184. Nato con il nome di Ubaldo Allucingoli, era toscano di Lucca, e a Roma come papa ha potuto viverci pochissimo tempo. A causa della ostilità da parte delle famiglie più potenti di Roma, la presenza di Lucio III era molto sgradita. Così, il pontefice andò prima a Velletri, poi ad Anagni e alla fine a Verona, città in cui morì e fu sepolto all'interno della cattedrale. 

E se Lucio III morì a Verona, il suo successore Uberto Crivelli a Verona fu eletto papa con il nome di Urbano III. Anche lui, come il suo predecessore fu un forte oppositore del potere dell'imperatore e delle eresie. In lotta con Federico Barbarossa, fu praticamente assediato da quest'ultimo e alla fine fu costretto a scappare da Verona. Si rifugiò a Ferrara dove morì.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento