Proverbi della Lessinia: "moglie e buoi dei paesi tuoi", ma in veronese

"Né par vache, né par done, no' sta passar le do colone", questo recita un adagio che trae origine dalle due colonne che anticamente segnavano il confine tra il territorio locale e quello cimbro

Né par vache, né par done, no' sta passar le do colone.

Così recita un vecchio proverbio della Lessinia orientale che in italiano si può tradurre con "Né per vacche, né per donne, non passar le due collonne". 

L'adagio prende origine da due colline votive che si trovano una di fronte all'altra sulla strada che congiunge Bolca a San Bortolo delle Montagne. La prima località fa parte del comune di Vestenanova, mentre il secondo è di Selva di Progno. La strada che le unisce è al Provinciale 17. Ma quelle due colonne nei secoli scorsi erano una sorta di confine tra la popolazione locale e quella cimbra. Il proverbio dunque vuole dissuadere chi cerca "vache" o "done" (mogli) al di fuori del proprio territorio d'origine. Un po' come il proverbio italiano "Mogli e buoi dei paesi tuoi".

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento