Espressioni e modi di dire veronesi: essere come el caval de Gonela

Lo si dice di qualcuno spesso malato. Deriva da una vicenda poco noto che aveva al centro un truffatore, Pietro Gonnella, che per un suo raggiro ha utilizzato un cavallo malaticcio

Non lo si sente solo a Verona, ma lo si ritrova leggermente modificato a seconda dei dialetti in molte zone del Nordest. La traduzione in italiano e il senso però non cambiano: essere come il cavallo di Gonnella significa essere debole di salute, avere spesso degli acciacchi fisici.

Il Gonnella di questa espressione pare sia un certo Pietro Gonnella, vissuto nelle corti fiorentine del XIV secolo. La sua fama pare però che abbia superato i confini della Toscana. Gonnella era famoso truffatore, capace di inventare storie di ogni tipo pur di gabbare il prossimo e scucirgli qualche soldo. E per un suo raggiro ha sfruttato un cavallo malaticcio, ma i dettagli di questa particolare truffa si sono persi nel tempo. Ne è rimasta traccia solo in questo modo di dire usato anche nel veronese. 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento