Famosi artisti nati a Verona: il pittore Marcantonio Bassetti

Insieme a Pasquale Ottino e ad Alessandro Turchi formava il trio dei veronesi che lavorò in diversi cantieri a Roma all'inizio del Seicento

Ritratto di uomo anziano con guanti. Opera di Bassetti conservata al museo di Castelvecchio

Molti dei suoi disegni si possono ammirare anche Louvre di Parigi, ma per non andare troppo lontano alcune opere di Marcantonio Bassetti sono conservate al museo di Castelvecchio, mentre nella chiesa di Santo Stefano si trova la pala dei "Cinque santi vescovi veronesi", datata 1619, oppure a San Fermo c'è una sua "Annunciazione".

Bassetti è nato a Verona in una famiglia di notai nel 1586. Il suo principale maestro in città è stato Felice Brusasorci, ma la sua formazione artistica si completò a Venezia dove si lasciò ispirare soprattutto dalle opere di Tintoretto.

Insieme a Pasquale Ottino e ad Alessandro Turchi formava il trio dei veronesi che lavorò in diversi cantieri a Roma all'inizio del Seicento. Proprio nella capitale, Bassetti approfondì lo studio dell'arte di Caravaggio.

A Verona, Marcantonio Bassetti tornò intorno al 1920, dedicandosi ad opere per edifici religiosi e ai ritratti che sono sopravvissuti fino ai giorni nostri.

La peste colse Bassetti che morì a Verona nel 1930. Negli ultimi anni della sua vita aveva diminuito i dipinti, dedicandosi soprattutto al disegno.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento