Pedalare per Verona e provincia: scoprire la Lessinia su due ruote

Punto di partenza è il rifugio Bocca di Selva dove è anche possibile noleggiare una mountain bike. Da lì si può passare per le malghe, i pascoli e le altre bellezze della Lessinia

Il tracciato può essere facile, accessibile e affascinante, ma spesso le resistenze sono interne e non esterne. I dubbi e i problemi sono tutti nella nostra testa e sono gli ostacoli più difficili da superare. Pensare di non essere in grado, di non avere le capacità o che non ne valga la pena, sono i pregiudizi che a volte ci fanno perdere delle belle occasioni a portata di mano.

Il consiglio è quindi di accantonare tutto questo e per una volta salire fino al rifugio Bocca di Selva, portandosi la propria bici oppure noleggiandola sul posto, e poi partire. Il percorso ad anello è lungo circa 24 chilometri e non presenta enormi dislivelli. La strada è sterrata e passa per i pascoli della Lessinia, attraverso le malghe Folignano fino al rifugio Podesteria.

Da lì si può scegliere di andare fuori dal tracciato, svalicando in Trentino, oppure restare in territorio veronese salendo sul Monte Castelberto e scendendo fino a Malga Lessinia. A questo punto si può tornare indietro, magari allungando la via del ritorno facendo una piccola deviazione per Castelberto e di nuovo via verso Bocca di Selva.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento